Petition Closed
Petitioning Capo della segreteria tecnica del Ministro Dott. Antonio Fortino and 1 other

Chiediamo che venga costituito un Servizio di Assistenza Sanitaria Pubblico per Animali


Per chi non ha la possibilità di pagare i prezzi esorbitanti dei veterinari privati che speculano sulla salute dei nostri amici a quattro zampe e non solo!siamo arrivati al punto di dire basta!
non è possibile che gente in cassa integrazione e con la crisi che c'è oggi debba all'amore di un cucciolo perchè non si arriva a fine mese o addirittura si deve sopprimerlo perchè non si ha i soldi per pagare il veterinario e non lo si riesce a curare ,SECONDO VOI E' GIUSTO??
anni fa si diceva che stava per passare una legge per aprire una mutua veterinaria, dove si poteva pagare il ticket 20 / 30 € proprio come facciamo noi
e non che ti sparino 90 € per 10 minuti di visita
voglio provare a fare una petizione per vedere se si smuovono le acque 
forse non servirà a niente,ma io e molti di voi non ne possiamo piu di questo paese che difende solo chi ha i soldi!voglio dire a tutti che non è giusto!!

Cari amici,
Vi invitiamo a sottoscrivere la petizione popolare per la mutua veterinaria che alleghiamo in file word
Si tratta di un importante iniziativa per far valere il diritto ad adottare un cane o gatto senza dover sottostare a costi elevati di prestazioni veterinarie, farmaci e pronto soccorso.
Avete mai avuto bisogno di un veterinario fuori orario ambulatorio, magari alle due di notte? Potrebbe capitarvi una richiesta anche di 200 euro solo per la chiamata! 
Tutto questo è vergognoso , avere un animale in casa non è un lusso per pochi abbienti ma un diritto di tutti, pensiamo al pensionato o al disoccupato e alle famiglie che non riescono nemmeno ad arrivare a fine mese, ma soprattutto al diritto di avere un animale senza essere gravati di spese esorbitanti, tra veterinari, cibo e farmaci

Crediamo in questa importante battaglia come conquista civile e sociale importantissima


Sostenetela!



Grazie

Nasce a Torino la “mutua di Fido”

La mutua anche per cani e gatti. È stata attivata da qualche giorno nella città di Torino, per far fronte alla crisi economica. Visite veterinarie, esami medici di base, analisi e interventi chirurgici. Il tutto gratis o, nel caso di vere e proprie operazioni, con uno sconto del 50 per cento rispetto alle tariffe dei privati. Il servizio è a cura dell’Ente nazionale protezione animali (Enpa), una storica associazione animalista che nel capoluogo piemontese gestisce i canili comunali. Ora, assieme al Comune di Torino ha attivato questo servizio, presso il canile rifugio municipale di Strada Cuorgnè. In Italia non esiste una mutua per gli animali domestici e spesso le spese mediche a carico dei proprietari degli amici a quattro zampe possono diventare proibitive.

Un’assistenza mutualistica a livello nazionale è stata chiesta più volte in passato. L’allora deputata dei Verdi Luana Zanella aveva infatti presentato una proposta di legge, accolta con favore anche dall’Associazione nazionale medici vetinari italiani (Anmvi), per garantire un medico di base anche agli amici a quattro zampe. Una possibilità che ora, almeno a Torino, è diventa realtà, grazie alla “mutua per Fido”. Due giorni a settimana un veterinario garantirà gratuitamente agli animali una visita clinica di base. Successivamente, nel caso siano riscontrate patologie, saranno svolti esami e terapie.

Letter to
Capo della segreteria tecnica del Ministro Dott. Antonio Fortino
Ministro della Salute Renato Balduzzi
Ho appena firmato questa petizione indirizzata a: al Ministro della Salute segreteriaministro@sanita.it.

----------------
assistenza mutualistica per cani e gatti

Per chi non ha la possibilità di pagare i prezzi esorbitanti dei veterinari privati che speculano sulla salute dei nostri amici a quattro zampe e non solo!siamo arrivati al punto di dire basta!
non è possibile che gente in cassa integrazione e con la crisi che c'è oggi debba all'amore di un cucciolo perchè non si arriva a fine mese o addirittura si deve sopprimerlo perchè non si ha i soldi per pagare il veterinario e non lo si riesce a curare ,SECONDO VOI E' GIUSTO??
anni fa si diceva che stava per passare una legge per aprire una mutua veterinaria, dove si poteva pagare il ticket 20 / 30 € proprio come facciamo noi
e non che ti sparino 90 € per 10 minuti di visita
voglio provare a fare una petizione per vedere se si smuovono le acque 
forse non servirà a niente,ma io e molti di voi non ne possiamo piu di questo paese che difende solo chi ha i soldi!voglio dire a tutti che non è giusto!!

L'occasione per discutere della legge quadro è stato il convegno "Nuove norme per la tutela degli animali di affezione. Verso una legge di riordino", organizzato a Roma dalla senatrice del Pd Silvana Amati insieme alla senatrice del Pdl Laura Bianconi. E' emersa la necessità di una migliore gestione dell'anagrafe canina, l'introduzione di consultori nei canili, l'attivazione di un 118 veterinario. "L'obiettivo è definire proposte concrete anche per il reperimento delle risorse, per una nuova norma quadro per tutelare gli animali di affezione" spiega Amati.

Consenso bipartisan. Il sottosegretario alla Presidenza con delega al turismo, Michela Brambilla, spiega che "bisogna estendere le regole di tutela anche agli animali di allevamento piuttosto che a quelli usati per la vivisezione". Il capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri auspica che in Parlamento "si trovi il tempo per approvare la legge quadro, magari ricorrendo in Commissione in sede deliberante visto che c'è l'intesa bipartisan". Favorevoli gli animalisti: "Ci sono 19 proposte del Parlamento e 2 del governo, forse questa legislatura può essere quella buona per avere il testo unico", osserva il presidente della Lav, Gianluca Felicetti.

La "Stagione della prevenzione". Al via l'iniziativa rivolta ai proprietari di cani e gatti: per tutto il mese di marzo potranno accompagnare il loro animale per una visita gratuita presso i veterinari e le strutture che, in tutta Italia, aderiscono alla campagna, promossa dall'ANMVI (Associazione medici veterinari italiani), dalla Hill's Pet Nutrition, con il patrocinio della FNOVI (Federazione nazionale ordini veterinari) e del ministero del Welfare. Sul sito dell'iniziativa o chiamando il numero verde 800189612, sarà possibile individuare il veterinario più vicino. Obiettivo della campagna è sensibilizzare i proprietari di cani e gatti sull'importanza della prevenzione: ricorrere alla consulenza di un veterinario riflette un atteggiamento responsabile a tutela della salute pubblica.
(articolo tratto da: La repubblica.it) 

Nasce a Torino la “mutua di Fido”



La mutua anche per cani e gatti. È stata attivata da qualche giorno nella città di Torino, per far fronte alla crisi economica. Visite veterinarie, esami medici di base, analisi e interventi chirurgici. Il tutto gratis o, nel caso di vere e proprie operazioni, con uno sconto del 50 per cento rispetto alle tariffe dei privati. Il servizio è a cura dell’Ente nazionale protezione animali (Enpa), una storica associazione animalista che nel capoluogo piemontese gestisce i canili comunali. Ora, assieme al Comune di Torino ha attivato questo servizio, presso il canile rifugio municipale di Strada Cuorgnè. In Italia non esiste una mutua per gli animali domestici e spesso le spese mediche a carico dei proprietari degli amici a quattro zampe possono diventare proibitive.


Un’assistenza mutualistica a livello nazionale è stata chiesta più volte in passato. L’allora deputata dei Verdi Luana Zanella aveva infatti presentato una proposta di legge, accolta con favore anche dall’Associazione nazionale medici vetinari italiani (Anmvi), per garantire un medico di base anche agli amici a quattro zampe. Una possibilità che ora, almeno a Torino, è diventa realtà, grazie alla “mutua per Fido”. Due giorni a settimana un veterinario garantirà gratuitamente agli animali una visita clinica di base. Successivamente, nel caso siano riscontrate patologie, saranno svolti esami e terapie.

----------------

Cordiali saluti,
Caterina Cantale