PETIZIONE CHIUSA

Restituite i soldi a Bologna!

Questa petizione aveva 1.327 sostenitori


Con questa petizione i genitori di Bologna chiedono a CAMST ed ELIOR la restituzione degli utili 2014/15 e la rinuncia al valore delle quote societarie di SE.RI.BO.

SE.RI.BO. è una società partecipata costituita al 51% dal Comune di Bologna e al 49% da 2 aziende private (CAMST ed ELIOR) che si è occupata di fornire il servizio mensa ai bambini delle scuole di Bologna. In dodici anni, la sua gestione ha generato ENORMI GUADAGNI PER POCHI, MENTRE SONO TROPPI QUELLI CHE HANNO SOLO PAGATO.

Hanno pagato i bambini che hanno avuto scarsa qualità del cibo nel piatto di ogni giorno. Lo sappiamo grazie a 120 Commissioni Mensa costituite nelle scuole di Bologna da circa 700 genitori che negli ultimi due anni scolastici hanno fatto quasi 1000 assaggi a sorpresa e periodiche visite nelle cucine centralizzate.

Hanno pagato i genitori che hanno sostenuto alti costi per avere migliori materie prime e nuovi centri pasto all’avanguardia, ma purtroppo non hanno avuto né l'uno né l’altro. Per la mensa scolastica un genitore di Bologna in fascia Isee da 20.000 euro paga quasi il 50% in più rispetto ad un genitore di Firenze, a parità di reddito e servizio fruito.

Ha pagato l’ambiente in cui per 10 anni si è riversata una montagna di rifiuti costituita da stoviglie in plastica monouso impiegate nelle scuole. Facendo una stima di 2 piatti, 1 bicchiere e posate per 18.000 pasti/giorno per 10 anni, sono state immesse nell’atmosfera oltre 3000 tonnellate di CO2, l’equivalente della capacità di carico di 100 Tir.

Hanno guadagnato CAMST, ELIOR e il Comune di Bologna!

I soci privati di Seribo, in questi anni, hanno guadagnato più di 6 milioni di euro, oltre il ragionevole profitto di settore. Questi soldi dovevano servire per innalzare la qualità del servizio e per costruire i 3 nuovi centri pasto promessi di cui, ad oggi, solo uno ha visto la luce.

I genitori di Bologna non vogliono pagare due volte i nuovi centri pasto ancora da realizzare!

CHIEDIAMO UN GESTO DI RESPONSABILITA’ SOCIALE!

Alla Dott.ssa Maria Antonietta Pasquariello, Presidente Consiglio di Amministrazione di CAMST e al Dr. Philippe Salle, Amministratore Delegato di ELIOR chiediamo di RINUNCIARE ALL’UTILE ANNO 2014 E ANNO 2015 destinandolo alla costruzione dei nuovi centri pasto, e RINUNCIARE AL RIMBORSO CAPITALE INVESTITO in SE.RI.BO., USCENDO AL VALORE SIMBOLICO di 1 euro, dalla società in liquidazione.

Il Sindaco di Bologna Virginio Merola, con una lettera del 18/05/2015, su invito dei genitori, sugli utili 2014 ha espresso la stessa richiesta sottolineando che un simile gesto verrebbe grandemente apprezzato da tutta la comunità bolognese.

Ricordiamo che CAMST, in un comunicato stampa del 15/05/2014, si dichiarava disponibile a rinunciare ai dividendi di SE.RI.BO. solo se fossero partiti immediatamente gli investimenti nelle nuove cucine. “Questi investimenti - dichiarava il Segretario Generale di CAMST, Marco Minella - sono assolutamente necessari e prioritari per poter garantire a tutti gli alunni delle scuole bolognesi un servizio di refezione scolastica moderno, di qualità e con un’ampia offerta gastronomica.

E’ dunque giunto il momento di mettere in pratica tutti i principi alla base dei valori sociali della cooperazione dando prova della volontà di ricucire il rapporto con la cittadinanza.

 

Osservatorio Cittadino Mense Scolastiche di Bologna

Mail: osservatoriomensebo@gmail.com
Web: http://osservatoriomensebologna.blogspot.it/
Facebook: https://www.facebook.com/OsservatorioCittadinoMenseScolasticheBologna?fref=ts
Mailing-list: http://liste.gasbo.it/wws/subscribe/mensescolastiche

 



Oggi: Osservatorio Mense Bologna conta su di te

Osservatorio Mense Bologna ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "CAMST ed ELIOR Ristorazione: Restituite i soldi a Bologna!". Unisciti con Osservatorio Mense Bologna ed 1.326 sostenitori più oggi.