Approviamo la legge che vede l'animale domestico come essere senziente e non come oggetto

Approviamo la legge che vede l'animale domestico come essere senziente e non come oggetto

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Siamo Alpha Dog, Associazione Sportiva Dilettantistica che si occupa di Cinofilia con sede a Forlì, nata nel 2017. Insieme ad Alpha - Educatori di Strada ODV e Comitato di Liberazione del Cane di Forlì, abbiamo deciso di lanciare questa petizione.

A causa di problematiche relazionali e conflitti tra persone, gli animali domestici, nello specifico i cani,  vengono frequentemente e tristemente strumentalizzati per ripicche personali e desiderio di rivalsa.

L’intestazione anagrafica non può prevalere sulla realtà di un rapporto affettivo creato nel tempo e nel mutuo rispetto tra uomo ed animale.

Noi chiediamo che venga ratificata una legge, già depositata ma ad oggi mai approvata, che identifica il cane non più come oggetto (res) ma come MEMBRO DELLA FAMIGLIA, in grado di provare sentimenti e, di conseguenza, di soffrire se allontanato ingiustamente da chi ama.

In contrasto con la legge vigente, che prevede che la proprietà di un cane, come fosse un oggetto, sia data dall'anagrafica riportata su un microchip, Alpha Dog, Alpha - Educatori di Strada ODV e Comitato di Liberazione del Cane si battono affinchè venga riconosciuto il fatto che i cani appartengono a chi li cresce, a chi li educa, a chi li ama incondizionatamente. A chi è disposto a creare un rapporto vero con loro, sacrificando il proprio tempo per far sì che trascorrano momenti felici e realizzino la propria natura prosociale.

Con questa petizione, vogliamo dimostrare solidarietà nei confronti di una situazione che riguarda un membro di Alpha Dog A.S.D. e va contro gli ideali e i fini che perseguiamo, ma che è emblematica e rappresentativa di tante altre storie similari.

Un cane, dovrebbe essere equiparabile in famiglia ad UN FIGLIO, é un impegno costante e coerente e non un oggetto a cui dedicare tempo ed attenzione solo quando è comodo per chi lo possiede. I cani, e tutti gli animali domestici, sono di chi li ama e non li abbandona.

Invece, per una mera questione burocratica, può essere vietato a chi li ha di fatto cresciuti di poterli vedere, di poterli vivere. La nostra associazione considera ciò UNA VIOLENZA.

Prendendo spunto da una situazione che viviamo in prima persona e che ci vede impegnati in una difficile causa legale, vogliamo creare un precedente esemplificativo, che possa essere di pubblica utilità e di conforto per tutti e ribaltare le leggi attuali.

Aiutaci a far riconoscere il cane di casa come MEMBRO DELLA FAMIGLIA, Per te è il momento di una firma, per tanti è il riconoscimento di una vita spesa a lottare per il benessere del proprio animale.