PETIZIONE CHIUSA

Ripristino in commercio farmaco mutuabile Kcl Retard curativo di malattia genetica rara

Questa petizione aveva 1.308 sostenitori


Mi chiamo Cinzia, sono una ragazza di 25 anni affetta da Sindrome di Bartter, malattia genetica rara degenerativa, caratterizzata da ipokaliemia alcalosi (perdita di potassio) ed aumento del livello di aldosterone.Si tratta di un difetto dei reni nell'assorbimento del potassio. La carenza di potassio porta numerosi problemi di natura muscolare,renale,intestinale e soprattutto cardiovascolare. I rischi più gravi di tale carenza sono alterazioni rilevanti del battito cardiaco che possono provocare importanti aritmie ed in ipokaliemia acuta portano alla paralisi muscolare o addirittura all'arresto cardiaco.

Tale sindrome viene curata con l'uso di due farmaci: lo spironolattone che viene utilizzato per contrastare il livello elevato di aldosterone nell'organismo e permettere quindi l'assorbimento del potassio da parte dei reni.  Ad esso si affianca l'integrazione vera e propria di cloruro di potassio accompagnato ad una dieta ricca di sali minerali. L'unico farmaco mutuabile in commercio in Italia di cloruro di potassio è il KCL Retard in compresse da 600MG a rilascio prolungato prodotto dalla casa farmaceutica Astellas.

Da alcuni mesi questo farmaco è introvabile in Italia, a causa di "probabili problemi di produzione dello stabilimento italiano",tuttora irrisolti. Il suo ripristino nel settore farmaceutico italiano è al momento sconosciuto.

Non esiste inoltre un farmaco equivalente ad esso,poichè l'unico cloruro di potassio in commercio oltre a KCL Retard, si chiama Lentokalium, ed oltre a non essere mutuabile, ha un dosaggio diverso ed un effetto parziale sull'organismo, che non mi permetterebbe di condurre una vita normale.

Per la mia malattia ho bisogno di cloruro di potassio a rilascio prolungato, che permetta al mio organismo di mantenere costantemente una riserva di potassio in circolazione.

Chiedo pertanto,per me e per tutte le persone affette da tale sindrome, il ripristino sul mercato italiano di questo farmaco nell'immediato. L'impossibilità dell'assunzione di esso,rappresenta un rischio per la salute dei cittadini. Se il problema della disponibilità e reperibilità di tale farmaco persisterà ancora a lungo, invito il Ministero della Salute e il Servizio Sanitario Nazionale a farsi carico della produzione di un integratore equivalente in tutto e per tutto a KCL Retard e mutuabile. L’accesso alla Sanità e alle cure è diritto di ogni cittadino. 



Oggi: Cinzia conta su di te

Cinzia Vanoli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Beatrice Lorenzin: Ripristino in commercio farmaco mutuabile Kcl Retard curativo di malattia genetica rara". Unisciti con Cinzia ed 1.307 sostenitori più oggi.