Confirmed victory
Petitioning Ministro della Salute Beatrice Lorenzin and 1 other

Lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze cominci a produrre medicinali cannabinoidi

24,617
Supporters

Venerdì scorso il Consiglio dei Ministri ha deciso di non impugnare la legge della Regione Abruzzo in materia di uso terapeutico della cannabis.

Ottima novità. In Italia, il ricorso a farmaci cannabinoidi è legittimo ormai da quattordici mesi, ma la possibilità di accedervi per i pazienti è rimasta nulla, essendo la procedura lenta e macchinosa.

Farmaci cannabinoidi valutati dalla letteratura scientifica come efficaci non sono tuttora accessibili in Italia. E questo limita fortemente la possibilità di alleviare dolori spesso intollerabili e di migliorare la qualità della vita dei pazienti. 

La legge della Regione Abruzzo prevede la possibilità di stipulare convenzioni con centri attrezzati per la produzione e la preparazione dei farmaci.

Nessuna azienda farmaceutica italiana, tuttavia, ha ancora chiesto licenza per produrre farmaci cannabinoidi.

Chiedo dunque, che lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze, che già prepara diverse tipologie di farmaci, cominci a produrre medicinali cannabinoidi per i pazienti italiani attraverso un protocollo d'intesa tra Ministero della Salute e Ministero della Difesa e un accordo con la Conferenza Stato-Regioni. Già dai responsabili di quello Stabilimento sono arrivati segnali di grande attenzione. Ciò non deve escludere, va da sé, la possibilità per i pazienti di ricorrere alla coltivazione domestica per il proprio uso terapeutico.

La decisione di affidare allo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze l’incarico di produrre farmaci cannabinoidi consentirebbe al Sistema Sanitario Nazionale, di fruire di una notevole riduzione di tempi e di costi. 

Letter to
Ministro della Salute Beatrice Lorenzin
Ministro della Difesa Roberta Pinotti
Lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze cominci a produrre medicinali cannabinoidi

Venerdì scorso il Consiglio dei Ministri ha deciso di non impugnare la legge della Regione Abbruzzo in materia di uso terapeutico della cannabis.

Ottima novità. In Italia, il ricorso a farmaci cannabinoidi è legittimo ormai da quattordici mesi, ma la possibilità di accedervi per i pazienti è rimasta nulla, essendo la procedura lenta e macchinosa.

Farmaci cannabinoidi valutati dalla letteratura scientifica come efficaci non sono disponibili per alleviare i dolori dei pazienti e per migliorarne la qualità di vita.

La legge della Regione Abbruzzo prevede la possibilità di stipulare convenzioni con centri attrezzati per la produzione e la preparazione dei farmaci.

Nessuna azienda farmaceutica italiana tuttavia ha ancora chiesto licenza di produrre farmaci cannabinoidi.

Chiedo dunque, che lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze, che già prepara diverse tipologie di farmaci, cominci a produrre medicinali cannabinoidi per i pazienti italiani attraverso un protocollo d'intesa tra Ministero della Salute e Ministero della Difesa. Lo Stabilimento ha già dimostrato interesse in tal senso.

Questo consentirebbe al Sistema Sanitario Nazionale, di godere di una notevole riduzione di tempi e soprattutto costi. Lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze cominci a produrre medicinali cannabinoidi, nell'interesse dei pazienti e dei costi a carico del Sistema Sanitario Nazionale.

Venerdì scorso il Consiglio dei Ministri ha deciso di non impugnare la legge della Regione Abbruzzo in materia di uso terapeutico della cannabis.

Ottima novità. In Italia, il ricorso a farmaci cannabinoidi è legittimo ormai da quattordici mesi, ma la possibilità di accedervi per i pazienti è rimasta nulla, essendo la procedura lenta e macchinosa.

Farmaci cannabinoidi valutati dalla letteratura scientifica come efficaci non sono disponibili per alleviare i dolori dei pazienti e per migliorarne la qualità di vita.

La legge della Regione Abbruzzo prevede la possibilità di stipulare convenzioni con centri attrezzati per la produzione e la preparazione dei farmaci.

Nessuna azienda farmaceutica italiana tuttavia ha ancora chiesto licenza di produrre farmaci cannabinoidi.

Chiedo dunque, che lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze, che già prepara diverse tipologie di farmaci, cominci a produrre attraverso un protocollo d'intesa tra Ministero della Salute e Ministero della Difesa, medicinali cannabinoidi per i pazienti italiani. Lo Stabilimento ha già dimostrato interesse in tal senso.

Questo consentirebbe al Sistema Sanitario Nazionale, di godere di una notevole riduzione di tempi e soprattutto costi. Lo Stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze cominci a produrre medicinali cannabinoidi, nell'interesse dei pazienti e dei costi a carico del Sistema Sanitario Nazionale.