Petitioning MOVIMENTO 5 STELLE CANCELLERI GIOVANNI CARLO and 18 others
This petition will be delivered to:
MOVIMENTO 5 STELLE
CANCELLERI GIOVANNI CARLO
PRESIDENTE GRUPPO PD
GUCCIARDI BALDASSARE
PRESIDENTE GRUPPO TERRITORIO
DIPASQUALE EMANUELE
PRESIDENTE GRUPPO UDC
LEANZA NICOLA
PRESIDENTE GRUPPO PDL
SCOMA FRANCESCO
PRESIDENTE GRUPPO PID
CORDARO SALVATORE
PRESIDENTE GRUPPO GRANDE SUD
CIMINO MICHELE
PRESIDENTE GRUPPO LISTA CROCETTA
DI GIACINTO GIOVANNI
PRESIDENTE GRUPPO MISTO
GIROLAMO FAZIO
PRESIDENTE GRUPPO MPA
DI MAURO GIOVANNI
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Dipartimento regionale del turismo dello sport e dello spettacolo
IL GABIBBO CANALE 5
RAI UFFICIO STAMPA
RADIO ANCH'IO
RAI
RAI
RADIOGIORNALE RAI
FRANCO BATTIATO
ASSESSORE AL TURISMO
PRESIDENTE REGIONE SICILIANA
AL CONSIGLIO REGIONALE SICILIANO E A TUTTI I SINGOLI CONSIGLIERI . (PRESIDENTE REGIONE SICILIANA)

BASTA ALLE VACANZE IN SICILIA se non ci saranno interventi concreti CONTRO IL RANDAGISMO

NOI DICIAMO BASTA ALLE VACANZE IN SICILIA - se non ci saranno interventi concreti CONTRO IL RANDAGISMO.
LA SITUAZIONE E DEL TUTTO FUORI DI OGNI CONTROLLO, MIGLIAIA DI CANI MORENTI DI STENTI AD OGNI ANGOLO DI STRADA.

Ricordiamo ad ognuno di questi Comuni che ai sensi della normativa vigente:

• la tutela degli animali compete al Sindaco ed ai Comuni competono le attività di accertamento di eventuali infrazioni della legge stessa per cui possono avvalersi della collaborazione degli operatori volontari delle associazioni animaliste;
• deve essere garantita la presenza nel canile rifugio di volontari delle associazioni animaliste;
• il criterio di economicità che legittima la scelta della concessione della gestione dei canili non deve esser valutato unicamente come criterio economico, ma deve essere riferito a chi garantisce il benessere animale e le attività dirette al loro affidamento e relativo controllo.
• i vigili urbani devono essere minuti di lettore microchip, come da ordinanza del 2010 a firma dell'onorevole Martini a completamento della legge L.Q. la 281 del 1991, secondo la quale i cittadini possessori di un cane hanno l'obbligo di registrarlo all'anagrafe canina e dotarlo di microchip.

INVITIAMO PERTANTO OGNI COMUNE AD ADOTTARE TUTTI I MEZZI A PROPRIA DISPOSIZIONE PER:

• garantire ai cani di sua proprietà il massimo benessere, la possibilità di adozione il tempo di permanenza in canile, l’accesso ai box ai visitatori e ai volontari
• adottare strumenti di valutazione dello stato di salute degli animali, monitorare la qualità della vita dei cani all’interno del canile: box adeguati, cucce, alimentazione, terapie veterinarie, socializzazione, sgambamento
• valutare la spesa delle pubbliche amministrazioni in relazione anche al numero di adozioni: una permanenza eccessiva dei cani in canile comporta un inevitabile aumento dei costi
• controllare l'effettiva sterilizzazione sul territorio
• far applicare la legge L.Q. la 281 del 1991 e l’ordinanza del 2010 a firma dell'onorevole Martini dotando la Polizia Municipale di questi apparecchi per la lettura del microchip, che costano solo 200 euro circa ma che eviterebbe milioni di abbandoni e tanti soldi pubblici risparmiati, oltre che gli incassi al Comune delle sanzioni.


Letter to
MOVIMENTO 5 STELLE CANCELLERI GIOVANNI CARLO
PRESIDENTE GRUPPO PD GUCCIARDI BALDASSARE
PRESIDENTE GRUPPO TERRITORIO DIPASQUALE EMANUELE
and 16 others
PRESIDENTE GRUPPO UDC LEANZA NICOLA
PRESIDENTE GRUPPO PDL SCOMA FRANCESCO
PRESIDENTE GRUPPO PID CORDARO SALVATORE
PRESIDENTE GRUPPO GRANDE SUD CIMINO MICHELE
PRESIDENTE GRUPPO LISTA CROCETTA DI GIACINTO GIOVANNI
PRESIDENTE GRUPPO MISTO GIROLAMO FAZIO
PRESIDENTE GRUPPO MPA DI MAURO GIOVANNI
Ufficio Relazioni con il Pubblico Dipartimento regionale del turismo dello sport e dello spettacolo
IL GABIBBO CANALE 5
RAI UFFICIO STAMPA
RADIO ANCH'IO
RAI
RAI
RADIOGIORNALE RAI
FRANCO BATTIATO ASSESSORE AL TURISMO
PRESIDENTE REGIONE SICILIANA AL CONSIGLIO REGIONALE SICILIANO E A TUTTI I SINGOLI CONSIGLIERI . (PRESIDENTE REGIONE SICILIANA)
Io sottoscritto, dichiaro che ne io, ne i componenti della mia famiglia, si recheranno mai più n Sicilia, per qualsiasi soggiorno turistico, fino a quando la disastrosa situazione terzomondista, di abbandoni illimitati e incontrollati, di cani e gatti, morenti, sofferenti ad ogni angolo di strada, uccisi in ogni modo, avvelenati, come documentato dalla stampa locale e dalle esperienze personali, non troverà ordine e attenzione da parte delle Istituzioni.

NOI DICIAMO BASTA ALLE VACANZE IN SICILIA - se non ci saranno interventi concreti CONTRO IL RANDAGISMO.
LA SITUAZIONE E DEL TUTTO FUORI DI OGNI CONTROLLO, MIGLIAIA DI CANI MORENTI DI STENTI AD OGNI ANGOLO DI STARDA.

Ricordiamo alle Istituzioni che ai sensi della normativa vigente:

• la tutela degli animali compete alla Regione, e ai Comuni compete le attività di accertamento di eventuali infrazioni della legge stessa per cui possono avvalersi della collaborazione degli operatori volontari delle associazioni animaliste;
• deve essere garantita la presenza nel canile rifugio di volontari delle associazioni animaliste;
• il criterio di economicità che legittima la scelta della concessione della gestione dei canili non deve esser valutato unicamente come criterio economico, ma deve essere riferito a chi garantisce il benessere animale e le attività dirette al loro affidamento e relativo controllo.
• i vigili urbani devono essere minuti di lettore microchip, come da ordinanza del 2010 a firma dell'onorevole Martini a completamento della legge L.Q. la 281 del 1991, secondo la quale i cittadini possessori di un cane hanno l'obbligo di registrarlo all'anagrafe canina e dotarlo di microchip.

INVITIAMO PERTANTO OGNI COMUNE AD ADOTTARE TUTTI I MEZZI A PROPRIA DISPOSIZIONE PER:

• garantire ai cani di sua proprietà il massimo benessere, la possibilità di adozione il tempo di permanenza in canile, l’accesso ai box ai visitatori e ai volontari
• adottare strumenti di valutazione dello stato di salute degli animali, monitorare la qualità della vita dei cani all’interno del canile: box adeguati, cucce, alimentazione, terapie veterinarie, socializzazione, sgambamento
• valutare la spesa delle pubbliche amministrazioni in relazione anche al numero di adozioni: una permanenza eccessiva dei cani in canile comporta un inevitabile aumento dei costi
• controllare l'effettiva sterilizzazione sul territorio
• far applicare la legge L.Q. la 281 del 1991 e l’ordinanza del 2010 a firma dell'onorevole Martini dotando la Polizia Municipale di questi apparecchi per la lettura del microchip, che costano solo 200 euro circa ma che eviterebbe milioni di abbandoni e tanti soldi pubblici risparmiati, oltre che gli incassi al Comune delle sanzioni.