APPROVARE una Legge sul Cognome dei Figli ENTRO LA FINE DELLA LEGISLATURA

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Ci ha obbligati con una sua sentenza a una legge nel 2014 la Corte Europea di Strasburgo e ce lo ha chiesto nel 2016 con la sentenza n. 286 la Consulta.

La soppressione della donna, che giunge a forme anche estreme nella nostra società, è un filo rosso INculturale nascosto. L’assenza del cognome materno dal cognome dei figli ne è un sintomo e altresì uno strumento.

Peraltro, la situazione generatasi dopo la sentenza della Corte Costituzionale è paradossale. Da un lato, infatti, essa ha reso possibile, anzi obbligatorio, che alla nascita sia dato ai figli anche il cognome materno in caso di accordo tra i genitori; dall’altro, proprio a causa di questo limite, ha introdotto nel sistema in vigore una subordinazione conseguente.

Se prima il figlio acquisiva il solo cognome paterno per disposizioni di legge estranee alla volontà di entrambi i genitori, nella realtà odierna lo acquisisce PER VOLONTA' PATERNA ove il padre non addivenga all'accordo.
E' uno “stato di minorità” intollerabile e ben più offensivo del precedente, per quelle donne che vorrebbero attribuire il loro cognome ai propri figli e ne vengono impedite dal partner.

Appare dunque strettamente necessaria l’approvazione di una Legge sul Cognome dei Figli ENTRO LA LEGISLATURA CORRENTE, per evitare nuove condanne internazionali causate dall’assenza della legge e per eliminare la disparità tra i sessi qui evidenziata, che cozza con i principi stessi della nostra Costituzione oltre che con alcuni articoli della CEDU.

 


Vuoi condividere questa petizione?