PETIZIONE CHIUSA

Approvare l'utilizzo di corpo e tessuti post mortem per fini scientifici

Questa petizione aveva 19.066 sostenitori


Tra vent'anni un chirurgo di mezza età potrebbe dovervi salvare la vita. Oggi, quel chirurgo ha 30 anni e la legislazione italiana non gli consente di imparare il mestiere che salverà la vostra vita e quella dei vostri figli. I chirurghi più anziani, ieri, hanno imparato ad operare di straforo, accedendo di notte, di nascosto, negli obitori o, peggio, imparando su esseri viventi. L'Italia è l'unico paese al mondo in cui un giovane chirurgo non può fare pratica su un cadavere. Perché in Italia è immorale imparare su un essere non vivente ma non lo è farlo su un essere vivente. E un giorno quell'essere vivente potreste essere voi.

Con questa petizione rilanciamo l'appello sul Corriere della Sera del 14 aprile 2017 di Marco D’Imporzano, coordinatore scientifico dell’Ortopedia dell’Istituto Auxologico Italiano sulla necessità per tutte le specialità mediche di introdurre i «cadaver lab» anche in Italia, come in tutto il resto del mondo.

Questa necessità è oggetto di sempre più frequenti dibattiti tecnici anche nel mondo scientifico. Illustri docenti di Medicina Legale e Bioetica, di Igiene e Medicina Preventiva e di Medicina Sperimentale dell'Università degli Studi di Genova, nel recentissimo articolo "Break with tradition: donating cadavers for scientific purposes and reducing the use of sentient beings", stilano un protocollo per la donazione del corpo umano post-mortem per fini di ricerca scientifica.

Con questa petizione, auspichiamo un'accelerazione della discussione in Senato della proposta di legge: Norme in materia di disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio e di ricerca scientifica, a firma degli Onorevoli Paola Binetti, Gerolamo Grassi, Dorina Bianchi, in attesa di relazione al Senato da parte del Relatore alla Commissione Sen. Lucio Romano, e attualmente ferma dal 2014.

Cambiare si può, per il bene di chi c'è e di chi verrà.

 



Oggi: Paolo conta su di te

Paolo Petrone ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Approvare l'utilizzo di corpo e tessuti post mortem per fini scientifici". Unisciti con Paolo ed 19.065 sostenitori più oggi.