Chiediamo la modifica del bando per il campo sportivo di Bracciano

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


I bambini e i ragazzi di Bracciano hanno il diritto di giocare a calcio, di fare atletica, ginnastica e gli altri sport nel loro comune.

Le associazioni che utilizzavano il campo sportivo "Massimiliano Vergari" sono realtà importanti per il nostro territorio, come la Virtus che ha raccolto e dato continuità ad una storia centenaria di sport e di calcio braccianese.

Non è accettabile che tutto questo venga messo da parte da un’Amministrazione che non solo ha reso impossibile per oltre un anno praticare sport a Bracciano, ma che ora, per riaprire le strutture che lei stessa ha chiuso ormai 16 mesi fa, predispone un bando che prevede tra i requisiti di partecipazione SOLO chi ha gestito un impianto sportivo analogo da aprile 2016 a maggio 2019.

Questa clausola esclude tutte le associazioni sportive braccianesi, le stesse che ormai da Gennaio 2018 fanno enormi sacrifici per continuare a svolgere la propria attività, senza alcun supporto da parte di chi il danno l‘ha creato.

Questo è solo l’ultimo esempio di come sia stato sacrificato il forte legame di appartenenza che esisteva a Bracciano e che, superando gli schieramenti politici ha sempre permesso di costruire luoghi di aggregazione importanti, punti di riferimento per i giovani e per le loro passioni.

I braccianesi non accettano questo ennesimo affronto alla propria storia e alle proprie tradizioni.

Dobbiamo, insieme, chiedere il ritiro del bando di gara per rivedere le condizioni di partecipazione e permettere alle associazioni locali di partecipare anche perché, quello che è stato fatto oggi con il campo sportivo, potrebbe essere ripetuto domani con i palazzetti e le palestre comunali.

Firma anche tu questa petizione!