Animali randagi maltrattati in Albania

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Ogni volta che torno in Albania, la situazione per quanto riguarda i cani randagi e ,in minor parte ma non indifferente, i gatti randagi non vedo un cambiamento: facciamo aprire dei canili, o centri di cura per gli animali abbandonati o che non abbiano mai avuto dei padroni. 

Ogni anno ci sono migliaia di casi di maltrattamento e abbattimento di animali innocenti, a causa dell'astio, dell'ignoranza e miseria delle persone che vivono in Albania. 

Lasciare i cani in mezzo alla strada, che frugano tra la spazzatura, senza cibo, senza acqua, senza cure, senza amore, è una vergogna. Questi animali già non hanno nessuno, e per di più vengono presi di mira, sottoposti a torture ulteriori, come se il fatto di non avere cibo, né acqua, né igiene, non fosse abbastanza. 

Non bisogna iniettare dei microcip agli animali, se poi vengono comunque riportati a vivere per strada, senza dimora, né attenzioni. 

Servono precauzioni e qualcuno che inizi, nel 2019, a fare qualcosa. 

L'Albania non è un paese del terzo mondo: ha tutte le possibilità per iniziare ad aprire dei centri per animali abbandonati a se stessi, che soffrono.

Se non ora, quando?

Se non io, chi?

Vedo poca attenzione riguardo a questo tema, nonostante tutti si rendano conto che quegli animali abbiano bisogno di aiuto.

Ciò, non solo aiuterebbe la situazione di quelle povere creature ad avere una vita dignitosa, ma anche, porterebbe nuovi posti di lavoro per veterinari, aiutanti, volontari. 

Aiutiamo questo paese a rispettare le creature meno fortunate.