Petitioning Presidente Regione Veneto Luca Zaia and 18 others

Al Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, al Presidente della Regione e a tutta la Giunta Comunale e Regionale: Stop all'accesso di Grandi Navi a Venezia

2,709
Supporters

La città è costruita su fondamenta in legno millenarie, un miracolo di Ingegneria. L 'ingresso di queste Grandi Navi Turistiche nei canali di Venezia causa inevitabilmente instabilità ai fondali veneziani. Le navi attraccano ad un palmo dalla terra ferma e il movimento delle grandi eliche non fa altro che erodere le fondamenta di questa meravigliosa città. Inoltre si vuole sottolineare che una errata manovra di questi mezzi pesanti potrebbe causare danni irreversibili; considerando i recenti avvenimenti della Concordia e considerando altresì l'innegabile esistenza di Errori Umani e Non, che possono accadere in qualsiasi momento, sia io ( docente precaria e artista ) pur non essendo veneziana, che i cittadini di Venezia, i cittadini Italiani Tutti, le illustre menti della Cultura, dell' Arte, della Scienza, etc... , chiediamo alla S.V. di far cessare prima possibile questo ingresso nella città. Colgo l'occasione per allegare un documento che Gabriele Muccino, regista conosciuto in tutto il mondo, ha pubblicato in questi giorni sulle sue pagine Facebook, giusto per sensibilizzare ancor più questa Amministrazione e la collettività tutta. Ringraziandovi, Simona Cordone.


GRANDI NAVI A VENEZIA
Gabriele Muccino
Al Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, alla Regione, a tutti gli Amministratori.
Roma, 25 Settembre, 2013
Gentilissimi Responsabili del futuro di un Patrimonio del pianeta quale è Venezia, vi chiedo di dimostrare a nome del mondo che ci osserva, la vostra saggezza nell’interdire immediatamente l’ingresso delle Grandi Navi nella rotta turistica di Venezia.
Sapete meglio di me che le fondamenta della città non sono altro che millenari pali di legno sui quali si posa in un assoluto miracolo di ingegneria, l’intera città. E’ innegabile che le immense eliche di quelle spaventose navi che attraversano i grandi canali, erodano spaventosamente il fondale arrivando a togliere solidità alle suddette fondamenta della città. Il risultato è che verrebbe tutto giù come un castello di carte.
Non voglio nemmeno pensare a cosa accadrebbe se solo una di queste navi grandi quanto interi quartieri, sbagliasse per pochi centimetri manovra e col suo inimmaginabile abbrivio, si schiantasse sulla città.
Mi permetto di considerare e far presente in modo trasparente il mio pensiero che ritiene questa scelta una bomba ad orologeria, ma soprattutto espone i responsabili della Regione, il Sindaco Giorgio Orsoni, gli amministratori, ad entrare per sempre nella Storia appena una delle cose che ho elencato dovesse sciaguratamente verificarsi. E credetemi, è questione solo di tempo.
Entrare nella Storia, può essere un vanto se si fa l’Italia, ma una vera gogna eterna se la si distrugge. Certo questo non può considerarsi un atto d’amore verso la città né un atto di tutela. Cos’è dunque?
La storia è fatta di errori che se perpetuati si trasformano in scempi e vergogne che il tempo non ha mai cancellato nè dimenticato. Essere responsabili della distruzione di Venezia vi renderebbe certamente eterni, ma nell’immagine più fosca che io possa immaginare.
Vi chiedo dunque come milioni di italiani e di coloro che nel mondo stanno venendo a conoscenza di quello, non nascondo la mano, considero un totale black out della ragione che si sta consumando in una delle citta’ più uniche, conosciute, rispettate e magiche al mondo, di ripensarci come solo i Grandi sono capaci di fare. Ripensateci dunque. Ripensateci subito!
Fate la storia, ma fatela da eroi. E gli eroi veri sono quelli che si fermano prima della disfatta.
Fateci festeggiare riportando Venezia ai veneziani, agli italiani, all’umanità a cui appartiene come insostituibile patrimonio culturale e storico.
Cordiali Saluti,
Gabriele Muccino

 

 

To the Mayor of Venice, Giorgio Orsoni, the President of the Region and the entire City Council and Regional: Stop access of Cruise Ships in Venice The city is built on a foundation in ancient wood, a miracle of engineering.The entry of these Cruise Ships in the canals of Venice inevitably causes instability to the seabed Venetians.Ships dock a few inches from the mainland and the movement of large propellers does nothing but erode the foundations of this wonderful city.You will also want to stress that incorrect operation of these trucks could cause irreversible damage, considering the recent events of Concordia, and whereas the undeniable existence of human errors and do not, which can happen at any time, either I (teacher precarious and artist ) is not a Venetian, that the citizens of Venice, Italian citizens and the world , the illustrious minds of Culture, of 'Art, Science, etc ... , We ask S.V. to end this as soon as possible entry into the city. I take this opportunity to attach a document that Gabriele Muccino, the director known throughout the world, has recently published on its Facebook pages, just to raise even more this Administration and the entire community. Thanking youSimona Cordone                      

Why to sign the Petition to save Venice To the CRUISE SHIPS IN VENICE Mayor of Venice, Giorgio Orsoni , the Region, to all Directors  Rome , 25 September 2013  Dear leaders of the future of the planet which is a UNESCO Venice, I ask you to demonstrate on behalf of the world that is watching us, your wisdom denying immediately the entry of CRUISE SHIPS, in the tourist route of Venice. You know better than me that the foundations of the city are nothing more than age-old wooden poles on which rests in an absolute miracle of engineering, the entire city. It's clear that the huge propellers of those dreadful ships crossing the great canals, frighteningly erode the bottom coming to remove the above solid foundation of the city. The result is that all would come down like a house of cards. I do not even want to think what would happen if only one of these ships as large as entire neighborhoods, would crash by a tiny mistake over the city. Allow me to consider and make this in a transparent way my thought that believes this choice a time bomb, but especially exposes the leaders of the region, Mayor Giorgio Orsoni, administrators , to enter forever in history just one of the things that I listed should unfortunately occur. And believe me, it is only a question of time.History is replete with errors that if perpetuated turn into havoc and shame that the weather was never canceled nor forgotten. Be responsible for the destruction of Venice, we would certainly make eternal, but in the darkest way I can imagine. I therefore ask you as millions of Italians and those in the world are becoming aware of what I consider it a total blackout of the reason that you are consuming in one of the cities ' most unique, known, respected and magic to world, to think again as only the Great are capable of doing.   So think again. Think again soon! Take the story, but let it be heroes. And the real heroes are those who stop before the defeat . Let us celebrate saving and bringing Venice to the Venetians, Italians. It belongs to humanity as an irreplaceable cultural and historical heritage. Best regards, Gabriele Muccino

 

Letter to
Presidente Regione Veneto Luca Zaia
Sottosegretario di Stato On.le Francesca BARRACCIU
Sottosegretario di Stato On.le Ilaria BORLETTI BUITONI
and 16 others
Ministro Beni Culturali On.le Dario FRANCESCHINI
Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ,Segreteria del Ministro Gian Luca Galletti
Uffici di diretta collaborazione del Ministro
Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Matteo Renzi
Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti
MATTEO RENZI
Gabinetto del Presidente Fabio Gazzabin
Direzione sede di Bruxelles
Assessore all'Ambiente Maurizio Conte
Vice Presidente e Assessore al Territorio, alla Cultura, agli Affari Generali Marino Zorzato
Assessore Attività culturali Sviluppo del Turismo ANGELA GIOVANNA VETTESE
Assessore Promozioni della città Tradizioni e Manifestazioni Storico Culturali ROBERTO PANCIERA
Assessore Città Metropolitana Sicurezza del Territorio PIER FRANCESCO GHETTI
Assessore Mobilità e Trasporti Piano del Traffico Traffico Acqueo Ugo Bergamo
Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni
Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ,Segreteria del Ministro Gian Luca Galletti
Stop all'accesso di Grandi Navi a Venezia

La città è costruita su fondamenta in legno millenarie, un miracolo di Ingegneria. L 'ingresso di queste Grandi Navi Turistiche nei canali di Venezia causa inevitabilmente instabilità ai fondali veneziani. Le navi attraccano ad un palmo dalla terra ferma e il movimento delle grandi eliche non fa altro che erodere le fondamenta di questa meravigliosa città. Inoltre si vuole sottolineare che una errata manovra di questi mezzi pesanti potrebbe causare danni irreversibili ; considerando i recenti avvenimenti della Concordia e considerando altresì l'innegabile esistenza di Errori Umani e Non , che possono accadere in qualsiasi momento , sia io ( docente precaria e artista ) pur non essendo veneziana , che i cittadini di Venezia , i cittadini Italiani Tutti , le illustre menti della Cultura , dell' Arte , della Scienza , etc... , chiediamo alla S.V. di far cessare prima possibile questo ingresso nella città . Colgo l'occasione per informarvi che in questo periodo diverse personalità pubbliche hanno già aderito all'iniziativa ,diverse hanno postato la petizione nelle proprie pagine di Facebook e Twitter, giusto per sensibilizzare ancor più questa Amministrazione e la collettività tutta. Ringraziandovi , Simona Cordone.

P.S. Hanno firmato anche : Fiorella Mannoia, Claudio Fragasso, Stefano Incerti, Nadia Rinaldi, Tony Palazzo, Lucio Pellegrini, Emanuela Grimalda, Mario Sesti, Claudio Santamaria, Laura Pausini, etc...