Sezione contrattuale speciale per gli Infermieri Associazione AADI

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


Gli infermieri sono obbligati ad iscriversi ad un Ordine professionale, ad un albo, a pagare una tassa di abilitazione, secondo la legge Gelli sono ora giudicati dal tribunale civile e penale come un medico, rischiano la galera e devono risarcire le vittime, agiscono su essere umani delicati e ne garantiscono la protezione, quindi non possono nè percepire lo stipendio da operai, nè essere vincolati dal dovere di esclusività che ne impedisce lo sviluppo professionale presso altri datori di lavoro.

L'infermiere dipendente pubblico o privato che esegue una semplice iniezione intramuscolare in privato fuori l'orario di lavoro, viene immediatamente licenziato perché è sottoposto all'art. 2105 C.C., mentre il medico se lavora anche fuori viene promosso perché si reputa bravo.

Questa discriminazione deve cessare!

L'art. 40, co. 2 del D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165 stabilisce che nell'ambito della contrattazione collettiva del comparto sanità si possano costituire apposite sezioni contrattuali per specifiche professionalità.

Non sarebbe ora di costituire una sezione speciale per gli infermieri che stabilisca i diritti e i doveri di questa particolare professione?

I sindacati infermieristici conoscono questa norma ma la ignorano per ovvi interessi lobbistici, ma l'Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico non ha poltrone, carriere, posizioni organizzative, permessi, congedi e pensioni d'oro da difendere e quindi vi chiediamo di firmare la petizione che porteremo in Parlamento perché si possa cambiare il contratto che ci considera, dal 1946, dei semplici operai.

Cambiamo insieme per crescere insieme!



Oggi: Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico conta su di te

Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Al Parlamento Italiano: Sezione contrattuale speciale per gli infermieri". Unisciti con Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico ed 18.880 sostenitori più oggi.