PETIZIONE CHIUSA

NO AL CELLULARE IN CLASSE

Questa petizione aveva 2.037 sostenitori


Gentile Ministro,

nei giorni scorsi il sottosegretario Faraone ha annunciato che sarà abolito il divieto di usare il cellulare il classe, una misura del ministro Fioroni, che giustamente si preoccupava di evitare motivi di distrazione e di disturbo. Un divieto che oggi è più che mai attuale data la diffusione tra i ragazzi degli smartphone, tanto più attraenti dei cellulari di allora. Tutti abbiamo avuto modo di constatare quanto essi possano monopolizzare la loro attenzione; e non c’è alcuna seria motivazione didattica o educativa per un cambio di rotta che costituirebbe un forte incentivo alla distrazione e all’uso improprio di questi strumenti (copiare, giocare, praticare il bullismo via internet, schernire un docente). D’altra parte, per l’uso didattico dell’informatica, è bene usare strumenti assai più indicati come i tablet e le Lim.

Riteniamo quindi indispensabile che il vigente divieto venga mantenuto (e rispettato) nell’interesse degli stessi studenti e del lavoro degli insegnanti.



Oggi: GRUPPO di FIRENZE per la scuola del merito e della responsabilità conta su di te

GRUPPO di FIRENZE per la scuola del merito e della responsabilità ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "AL MINISTRO STEFANIA GIANNINI: NO AL CELLULARE IN CLASSE". Unisciti con GRUPPO di FIRENZE per la scuola del merito e della responsabilità ed 2.036 sostenitori più oggi.