Modem libero: Diritto a scegliere il proprio Modem Router #modemlibero

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Condividi subito.

Il "Diritto" di scegliere è assolutamente imprescindìbile. In Italia purtroppo sembra non essere così, anche se di fatto vi è una normativa Europea, e non una direttiva da recepire, che impone ai "gestori internet", di lasciar scegliere al consumatore finale il modem router che preferisce. La legge dell' Unione Europea è la seguente:  2015/2120 e parla chiaro:

""Gli utenti finali hanno il diritto di accedere a informazioni e contenuti e di diffonderli, nonché di utilizzare e fornire applicazioni e servizi, e utilizzare apparecchiature terminali di loro scelta, indipendentemente dalla sede dell’utente finale o del fornitore o dalla localizzazione, dall’origine o dalla destinazione delle informazioni, dei contenuti, delle applicazioni o del servizio, tramite il servizio di accesso a Internet.""

Alcuni dei maggiori ISP Italiani, meglio conosciuti come "gestori internet", NON forniscono la possibilità di cambiare il loro "modem router" e ci offrono in comodato d'uso NON gratuito un prodotto che può sfiorare i 190€, vincolandoci inoltre con una permanenza che di solito può arrivare a 48 mesi. 

Per ogni linea, che sia ADSL, Fibra, FTTC, FTTH, FTTS ecc.. Chiediamo che ogni utente possa scegliere in maniera autonoma, o comunque sotto consiglio, il proprio modem router e non obbligandolo ad un prodotto che di fatto protrebbe non rispecchiare quelle che sono le "esigenze" del consumatore.



Oggi: Modem Libero! conta su di te

Modem Libero! ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "agcom: Modem libero! diritto a scegliere il proprio modem router.". Unisciti con Modem Libero! ed 4.905 sostenitori più oggi.