STOP alla censura della poesia “Ma dimmi tu questi negri” su Facebook

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


In sei mesi la poesia antirazzista “Ma dimmi tu questi negri” è stata censurata e rimossa da centinaia di migliaia di bacheche e una quantità incalcolabile di utenti ha subito sospensioni e blocchi del profilo per aver condiviso questa Poesia. 

Oltre al ridicolo di censurare una libera forma artistica poetica senza analizzarne il significato (e non il singolo significante, in questo caso il termine “negro” usato in modo intenzionalmente NON offensivo e ANTIXENOFOBO, ANTIRAZZISTA e per il suo significato storico e la sua potenza evocativa) sono ormai troppi gli atti ARBITRARI di censura. Inchieste ben note (una su tutte quella condotta da  Valigia Blu che vi invito a leggere qui: https://www.valigiablu.it/facebook-moderazione-fonte/ ) sollevano il dubbio che questi limiti alla libertà di espressione siano perpetrati NON da un fantomatico ALGORITMO automatizzato ma da personale umano che evidentemente utilizza criteri discrezionali e difficilmente reputabili IN LINEA con i principi sulla libertà di parola e di espressione dei Paesi in cui l’Azienda opera e conduce il proprio business. 

Nel caso specifico dell’Italia ricordiamo quanto recita l’art.21 della nostra Costituzione « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. »

Mentre si rammenta che la stessa vieta ogni apologia o ricostituzione e riorganizzazione di gruppi fascisti e/o ogni diffusione di odio xenofobo, religioso o che svilisca minoranze etniche e culturali, cosa su cui il suddetto Social Network non pare operare alcuna rimozione siatematica. 

Bene: se lo reputi,  firma per chiedere anche tu che gli standard di Facebook si conformino ai principi  etici e giuridici della Costituzione Italiana 



Oggi: Andrea conta su di te

Andrea Melis ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "abuse@facebook.com : STOP alla censura di “Ma Dimmi Tu Questi Negri” su Facebook". Unisciti con Andrea ed 950 sostenitori più oggi.