NO A UNA PASQUA DI SANGUE

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Solo in questo periodo ogni anno vengono uccisi circa 900.000 agnelli, cuccioli di poche settimane di vita strappati alle proprie madri e sgozzati al macello. La loro nascita viene "programmata“ in modo tale che durante le festività il loro peso abbia raggiunto le giuste dimensioni; così, a pochi mesi di vita, vengono brutalmente strappati alle cure delle loro madri per essere mandati al macello. Una mattanza ormai criticata da più parti come tradizione da abbandonare.

Ci rivolgiamo a Papa Francesco affinchè ponga fine a una Pasqua di sofferenza per tante creature innocenti.
Un Papa che ha deciso di chiamarsi Francesco e che ha firmato l’enciclica "Laudato si'” dedicata al rispetto per la Natura e a tutte le sue creature” non può essere indifferente alla sofferenza e alla morte degli animali sacrificati per i banchetti pasquali.
Chiediamo a Papa Francesco di intervenire con un atto di pietà e di amore dicendo NO allo sterminio degli agnelli per Pasqua.

Ho lanciato questa petizione, perché …
Le Associazioni SOS Gaia e Artists United for Animals si battono affinchè agli animali venga riconosciuto il diritto alla libertà e alla gioia di vivere. Gli animali sono esseri senzienti, provano gioia e dolore, e in quanto tali non devono essere sottoposti a morte e sofferenza per via delle logiche culturali degli esseri umani.