Petition update

PROGETTO DI LEGGE REDATTO IN ARTICOLI

Coordinamento LAM Lega Anti Macellazioni

Apr 26, 2021 — 

CON LA PRESENTE PETIZIONE SI PROPONGONO LE SEGUENTI MODIFICHE ALL'ART. 544-BIS E TER CODICE PENALE.

Dispositivo dell'art. 544 bis Codice Penale (UCCISIONE DI ANIMALI)
Fonti → Codice Penale → LIBRO SECONDO - Dei delitti in particolare → Titolo IX bis - Dei delitti contro il sentimento per gli animali


(1)Chiunque, per crudeltà o senza necessità(2), cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da quattro mesi a due anni(3).

L'attuale nota 2) viene sostituita dalla seguente: La macellazione di animali per la loro carne, così come l'uccisione di pulcini, vitelli, galline ovaiole, mucche, nell'ambito della produzione di uova e latte, devono essere puniti ex art. 544-bis e ter C.P. in quanto al giorno d'oggi non necessari e sostituiti in via obbligatoria dalla nuova metodologia non cruenta costituita dalla biopsia muscolare indolore (piccolo prelievo di cellule a un solo esemplare di ogni specie, senza far soffrire l'animale né tantomeno ucciderlo), o meglio dalla tecnologia che permette di ricavare il DNA di una specie partendo da una semplice piuma (è il caso della tecnologia messa a punto dalla Memphis Meats), ovvero per i derivati come latte e uova dai corrispondenti sostituti d'origine vegetale, in vista non solo dell'eliminazione della sofferenza animale ma altresì per motivi di salute pubblica divenuti così chiari e urgenti a seguito dell'ultima pandemia di covid-19. Il Governo provvederà ad erogare i relativi finanziamenti UE solamente in funzione di un reale ed effettivo cambiamento delle imprese coinvolte da questa necessaria riconversione del settore zootecnico.

 

Dispositivo dell'art. 544 ter Codice Penale (MALTRATTAMENTO DI ANIMALI)
Fonti → Codice Penale → LIBRO SECONDO - Dei delitti in particolare → Titolo IX bis - Dei delitti contro il sentimento per gli animali


(1)Chiunque, per crudeltà o senza necessità(2), cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche(3) è punito con la reclusione da tre a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro(4).

La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi.

La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell'animale.

L'attuale nota 2) viene sostituita dalla seguente: La macellazione di animali per la loro carne, così come l'uccisione di pulcini, vitelli, galline ovaiole, mucche, nell'ambito della produzione di uova e latte, devono essere puniti ex art. 544-bis e ter C.P. in quanto al giorno d'oggi non necessari e sostituiti in via obbligatoria dalla nuova metodologia non cruenta costituita dalla biopsia muscolare indolore (piccolo prelievo di cellule a un solo esemplare di ogni specie, senza far soffrire l'animale né tantomeno ucciderlo), o meglio dalla tecnologia che permette di ricavare il DNA di una specie partendo da una semplice piuma (è il caso della tecnologia messa a punto dalla Memphis Meats), ovvero per i derivati come latte e uova dai corrispondenti sostituti d'origine vegetale, in vista non solo dell'eliminazione della sofferenza animale ma altresì per motivi di salute pubblica divenuti così chiari e urgenti a seguito dell'ultima pandemia di covid-19. Il Governo provvederà ad erogare i relativi finanziamenti UE solamente in funzione di un reale ed effettivo cambiamento delle imprese coinvolte da questa necessaria riconversione del settore zootecnico.

 

IN SUBORDINE PROPONIAMO LA MODIFICA DI SEGUITO INDICATA: "L'attuale nota 2) viene sostituita dalla seguente: L'allevamento degli animali 'da carne' costituisce in re ipsa maltrattamento, privazione, sofferenza, così come la loro macellazione per ridurre una creatura vivente in carne costituisce in re ipsa maltrattamento e uccisione di animali;  gli incubatoi dei pulcini di galline ovaiole, così come quelli dei polli costituiscono in re ipsa maltrattamento e comportano la soppressione a un giorno dalla nascita di tutti i pulcini maschi, deformi o 'non convenienti'  all'industria; gli allevamenti delle galline ovaiole e quelli delle vacche da latte costituiscono analogamente maltrattamento in sè (galline debeccate e costrette a produrre uova più grandi di quelle che produrrebbero in natura e in numero di quasi 200 volte in più ogni anno di quanto produrrebbero in natura. Ricordiamo che le galline sono uccelli e come tutti gli uccelli depongono le uova solo a primavera, mentre i mangimi industrializzati e il modus operandi di togliere sempre loro le uova, hanno portato questi sfruttatissimi pennuti a produrre uova in una maniera inverosimile e contro natura, causando loro immense sofferenze e una morte prematura: 2 anni mentre potrebbero vivere, se facessero le uova come in natura tutti gli altri pennuti, anche sino a 14 anni. Stesso discorso vale per la quantità di latte prodotta dalle vacche da latte).     Pertanto tutti questi allevamenti devono essere puniti ex art. 544-bis e ter C.P., anche in quanto al giorno d'oggi non necessari e sostituiti in via obbligatoria dalla nuova metodologia non cruenta costituita dalla biopsia muscolare indolore (piccolo prelievo di cellule a un solo esemplare di ogni specie, senza far soffrire l'animale né tantomeno ucciderlo), o meglio dalla tecnologia che permette di ricavare il DNA di una specie partendo da una semplice piuma (è il caso della tecnologia messa a punto dalla Memphis Meats), ovvero per i derivati come latte e uova dai corrispondenti sostituti d'origine vegetale, in vista non solo dell'eliminazione della sofferenza animale ma altresì per motivi di salute pubblica divenuti così chiari e urgenti a seguito dell'ultima pandemia di covid-19. Il Governo provvederà ad erogare i relativi finanziamenti UE solamente in funzione di un reale ed effettivo cambiamento delle imprese coinvolte da questa necessaria riconversione del settore zootecnico."


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.