Costruiamo insieme il parco che non c'è.

Costruiamo insieme il parco che non c'è.

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!
Desario Grazia ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Sindaco di Barletta e a

Nel bel mezzo di una storia di rilevante pregio culturale e paesaggistico, a ridosso del maestoso Castello Aragonese, di Porta Marina e del centro storico, dove da oltre mille anni pulsa il cuore della nostra gente di mare, è in procinto la costruzione di un ipermercato, nuova filiale della catena commerciale LIDL.  I cittadini, insieme ad associazioni ambientaliste, ingegneri, architetti, storici e forze politiche, stanno esprimendo dissenso e profonda delusione per la disattenzione e superficialità con cui l'Amministrazione e il Sindaco Cannito, assessore all'urbanistica, stanno  procedendo, a colpi di cemento armato, alla distruzione della storia, cultura e paesaggio della nostra città. Questa costruzione, se andrà in porto, decreterà la morte, per decine di anni, della creazione di un “Parco Urbano" che parte dal Castello fino a Porta Marina, proseguendo per la litoranea di ponente. Questa petizione è un invito al Sindaco Cannito a prendere le distanze da questo metodo violento di sfruttare il nostro territorio, i cui legittimi proprietari siamo noi cittadini che chiediamo di non procedere alla costruzione dell'ipermercato e di realizzarlo altrove. Sindaco, facciamo appello alla sua sensibilità, alla sua barlettanita` , nonché all'amore per la storia e la cultura che ha sempre manifestato per sua città, Barletta.

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!