Dimezziamo lo spreco alimentare in Europa!

0 have signed. Let’s get to 75,000!


In Europa, circa 55 milioni di persone soffrono di povertà alimentare nonostante il cibo sprecato nel continente potrebbe sfamarle più di 9 volte.

Se il cibo sprecato in tutto il mondo fosse attribuito a una singola nazione, questa sarebbe la terza responsabile di emissioni di anidride carbonica a livello globale, dopo gli Stati Uniti e la Cina.

Penso che questo sia uno scandalo.

Stiamo vivendo un momento storico. Il Parlamento europeo sta per votare per decidere se dimezzare lo spreco alimentare in Europa entro il 2030.

Potrebbe essere l’accordo più ambizioso sullo spreco alimentare che il mondo abbia mai visto.

Unisciti alla campagna per assicurarti che questo impegno storico per dare un taglio allo spreco alimentare non sia indebolito, e per eliminare per sempre lo spreco del cibo.

Da 7 anni conduco campagne contro lo spreco alimentare. Ho visto quintali di verdure lasciate marcire nei campi perché troppo piccole o perché avevano un aspetto imperfetto. Ho visto buttare via centinaia di panini ogni giorno. Ho trovato supermercati che, invece di distribuire cibo ancora in perfette condizioni a chi ne ha bisogno, lo gettavano via.

Mi spezza assistere all’inutile spreco di cibo, insieme con la fame nel mondo e con la crisi ambientale.

Non posso sopportare di assistere all’inutile spreco di cibo dei nostri giorni, di fronte alla crisi ambientale e alle migliaia di persone che soffrono la fame.

Tutto questo deve finire.

Nel gennaio 2017 il Parlamento europeo sarà chiamato a una votazione storica per decidere sul futuro dello spreco alimentare in Europa.

Questo potrebbe essere l’obiettivo più ambizioso che sia mai stato stabilito riguardo allo spreco del cibo: sarà legalmente vincolante e l’impegno è di ridurre lo spreco alimentare del 50% entro il 2030, fornendo così un esempio mondiale.

Ma l’accordo è lontano dall’essere certo e potrebbe essere notevolmente indebolito. Alcune versioni definiscono l’obiettivo di dimezzare lo spreco alimentare  “un’aspirazione” e lo rendono uno sforzo volontario, quindi facilmente ignorabile. Altre non prendono neanche in considerazione le montagne di cibo gettato via dalle aziende agricole e dalle industrie alimentari, nonostante alcune di esse sprechino ogni giorno più di quanto una singola persona spreca nell’arco di un intero anno nella propria casa.

Nessun se, nessun ma: c’è bisogno di un’azione incisiva!

Mi sono unito ad attivisti, aziende e gruppi ambientalisti di tutta Europa per chiedere:

  • Un obiettivo vincolante per abbattere del 50% lo spreco alimentare entro il 2030 su tutta la filiera produttiva, da produttore a consumatore.
  • Di dare priorità alla riduzione dello spreco alimentare, e di destinare poi gli alimenti ancora commestibili alle persone che ne hanno bisogno, prima che siano impiegati come mangime animale o per altri utilizzi, e di considerare lo smaltimento in discarica come ultima possibilità.

Unisciti alla nostra campagna. Insieme possiamo convincere l’Unione Europea ad assumere un ruolo guida nell’eliminazione dello spreco alimentare. Insieme possiamo mettere fine alla fame e alla distruzione ambientale che questo spreco comporta.



Today: Martin Bowman is counting on you

Martin Bowman (This Is Rubbish) needs your help with “Simona Bonafè: Dimezziamo lo spreco alimentare in Europa!”. Join Martin Bowman and 60,568 supporters today.