Diretta a Rettore dell' Università di Ferrara Prof. Giorgio Zauli ed a(d) 2 altri

LIBERIAMO I MACACHI DELLO STABULARIO DELL' UNIVERSITA' DI FERRARA

0

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.

Nello stabulario dell' Università di Ferrara sono rinchiusi da anni macachi (Macaca fascicularis) che vivono in condizioni pietose e inaccettabili, rinchiusi in gabbie piccolissime, privati della socializzazione necessaria agli animali gregari, e sottoposti a vivisezione.

Il Prof. Bruno Fedi, referente scientifico di LEAL Lega Antivivisezionista e già primario ospedaliero, dichiara:
"La vivisezione esiste anche se si tenta di nasconderla chiamandola Sperimentazione Animale.
Non è un problema linguistico ma è un problema scientifico e negarla significa edulcorare la realtà. Gli ultimi dati ufficiali riportano dati spaventosi superando la cifra di 700.000 animali usati.

E’ vero che la sperimentazione animale è prescritta per legge. Ma è anche vero che dopo avere sperimentato sugli animali, per eventuali farmaci, vengono effettuate le prove sull' uomo. Ciò nonostante un elevato numero di effetti collaterali indesiderati fa sì che migliaia di farmaci vengano ritirati dopo essere stati messi in commercio o che vengano cambiate le indicazioni d’uso.

Questo fatto denuncia l'insicurezza della metodica.

Ai cittadini si dice che la sperimentazione sugli animali è fatta per la sicurezza! In realtà tale sicurezza si può avere solo dopo la sperimentazione sull' uomo che diventa la vera cavia inconsapevole, perchè convinta di essere al sicuro per la precedente sperimentazione effettuata sugli animali.

La sperimentazione animale è decisamente assurda quando viene usata per patologie non spontanee negli animali stessi.

La base scientifica della non affidabilità della S.A. per ottenere risultati applicabili all’uomo sta nella diversità genetica fra l’uomo e gli altri animali. A causa di questa, anche il metabolismo, la reattività, et cetera, sono diversi.

La base statistica è ancora più evidente: oltre il 90% delle procedure su animali non porta a risultati concreti. Per ogni 100 procedure sperimentali si ottiene un risultato positivo solo in 1 o 2 casi.

Nessuna metodica scientifica ha una produttività così bassa. Questa metodica semplicemente non è scientifica."

In considerazione di quanto sopra la LEAL - Lega Antivivisezionista – e tutti i firmatari chiedono che sia interrotta immediatamente la sperimentazione sui primati presso lo stabulario dell' Università di Ferrara.

Chiedono che sia accolta la richiesta di dismissione di tutti i primati stabulati.

Chiedono infine che venga deliberata la loro cessione ad un centro di recupero scelto dalla LEAL, o approvato dalla LEAL, che risulti idoneo a garantire il benessere psicofisico degli animali rispettando le loro esigenze etologiche.

LEAL - Lega AntiVivisezionista ONLUS -
www.leal.it

"Un' atrocità non è minore per il fatto che viene commessa in un laboratorio ed è chiamata ricerca medica. Resta sempre un' atrocità" G.B.Shaw

Questa petizione sarà consegnata a:
  • Rettore dell' Università di Ferrara Prof. Giorgio Zauli
  • Prorettore vicario Deidda Gagliardo
  • Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani

    LEAL Lega Antivivisezionista Associazione ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 42.376 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




    Oggi: LEAL Lega Antivivisezionista conta su di te

    LEAL Lega Antivivisezionista Associazione ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Rettore dell' Università di Ferrara Prof. Giorgio Zauli: LIBERIAMO I MACACHI DELLO STABULARIO DELL' UNIVERSITA' DI FERRARA". Unisciti con LEAL Lega Antivivisezionista ed 42.375 sostenitori più oggi.