Salviamo la sanità lodigiana!

Salviamo la sanità lodigiana!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
FIALS CONFSAL LODI ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Regione Lombardia

Manifestazione attivisti Fials-Confsal di fronte all’ospedale di Lodi, il giorno 11 novembre 2020 ( con ubbidienza alle norme di contenimento COVID-19).

Le motivazioni che guidano la manifestazione riguardano lo stato degli ospedali lodigiani e le modalità di gestione della pandemia COVID-19.
Una situazione incresciosa per tutti gli Operatori sanitari che si vedono ad operare in uno stato di confusione incredibile con rischi enormi per la loro integrità fisica e personalità morale poiché non si applicano tutte le misure necessarie e tecnicamente più avanzate per la loro salvaguardia.

Personale sanitario insufficiente e assenza di direttive organizzative credibili, per non citare la cosiddetta quarantena part-time prevista per gli operatori sanitari : una forzatura contro l’intelligenza umana!

Anche i pazienti e gli utenti della sanità lodigiana si trovano conseguentemente in uno stato di insofferenza a causa di questo modello e del continuo rinvio di esami clinici e cure per i portatori delle diverse patologie.

Ormai l’incantesimo dei mesi primaverili è svanito ed oggi è sotto gli occhi di tutti l’impreparazione e l’impertinenza della maggioranza politica di Regione Lombardia: una vera e propria disfatta morale e operativa.

Per solidarietà alla manifestazione ed in considerazione delle limitazioni COVID-19 chiediamo agli Operatori sanitari ed ai cittadini di sostenere con la loro firma questa contestazione che è contemporaneamente indirizzata a Regione Lombardia affinché intervenga con urgenza a ripristinare condizioni accettabili negli ospedali lodigiani.

Firma anche tu !

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!