CORONAVIRUS : SALVIAMO I PARCHI GIOCO E LUDOTECHE D'ITALIA

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Cari amici, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, nei nostri parchi gioco e ludoteche non si sentono più le grida di gioia  dei vostri bambini... È calato un triste silenzio ed a questo si è aggiunta la solitudine causata dall'abbandono totale da parte del nostro Governo. 
Ormai siamo parte integrante nel settore del divertimento e servizi per l’infanzia, considerati un valore aggiunto per i comuni in cui sono ubicate. 


La situazione che si è venuta a creare in questo periodo di emergenza sanitaria, è diventata insostenibile per tutti noi. Proprio per la nostra natura di micro imprese, per lo più a conduzione familiare, non abbiamo la possibilità di accumulare capitali che ci permettano di affrontare chiusure straordinarie. 
Non è chiaro quando potremo riprendere le nostre attività e siamo a richiedere un aiuto concreto al Governo.

COSA CHIEDIAMO:

 

1. Sostegno per il pagamento degli affitti per tutto il periodo di inattività


2. Sospensione , con successiva rateizzazione delle incombenze fiscali. 


3. Sospensione, con successiva rateizzazione delle utenze (energia elettrica, gas, acqua, telefono). 


4. Riproporzionamento dell’importo annuale di imposte, tasse, assicurazioni, diritti e varie anche a livello locale in ragione del periodo effettivamente lavorato. 


5. Maggior chiarezza e tutela a livello legislativo per il nostro settore, in quanto, anche negli ultimi decreti emanati, non siamo specificati in alcuna voce e di conseguenza nemmeno tutelati.


Per questo stiamo chiedendo il tuo sostegno per far arrivare al Governo le nostre richieste e avere un aiuto che ci permette di portare avanti il nostro sogno … quello di vedere nuovamente i bambini correre, ridere e giocare con la spensieratezza che deve esserci alla loro età …. Ritorniamo insieme a giocare!!!