Per un'Italia più bella e decorosa: certezza della pena per i writers

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Come ben sappiamo, la stragrande maggioranza delle città italiane è devastata dagli imbrattamenti dovuti alle bombolette spray.

Questo continua ad accadere per un motivo molto semplice: c'è IMPUNITA' per i vandali.

Si chiede dunque al Presidente della Camera, al Parlamento tutto che ha potere legiferante e al Presidente del Consiglio dei Ministri, di avere quella giusta sensibilità al problema che porti all'emanazione di una legge ben più severa dell'attuale articolo 639 del codice penale, una legge che senza "se" e senza "ma" venga applicata dagli organi giurisdizionali, non preveda sconti di pena, parta da sanzioni di almeno 2.000 Euro e cresca a seconda dell'entità del danno e della natura dell'edificio, imponga ai writers di svolgere servizi sociali (tra cui la ripulitura di ciò che hanno sporcato), li inserisca in una lista nera che le forze dell'ordine terranno costantemente monitorata, e gli sporchi la fedina penale perché il reato deve poter essere configurato come ASSOCIAZIONE A DELINQUERE, sancendo la reclusione in caso di recidiva.

Si prevedano, inoltre, la tracciabilità delle bombolette e sanzioni anche per quei sindaci che non emettono ordinanze in materia, oltre che provvedimenti per quegli esercizi pubblici che non provvedono alla ripulitura dell'area in cui sorgono ed i cui spazi sono di loro esclusiva competenza.

L'Italia, patria del Bello, deve riappropriarsi di questo concetto se non vuole finire nel baratro.

***********************************************************************************************

As we well know, the great majority of the Italian cities is devastated by the doodles made through spray cans.

This keeps on happening for a very simple reason: there is IMPUNITY for the vandals.

We therefore ask the President of the Chamber of Deputees, the Prime Minister, the Parliament having legislating power, to have the proper sensibility allowing them to issue a law which is much more severe than the current 639 article of the Penal Code. A law that, without any exception, will be applied by the Court, does not contemplate any penalty discounts, starts from penalties of 2,000 Euro and grows up, depending on the entity of the damage and the kind of building, forces the writers to do social works (among which the clean up of what they dirted), puts the writers in a black list constantly monitored by the Police, dirties their criminal record, since the offence must be configured as ASSOCIATION TO COMMIT.

Moreover, the following features must be contemplated: the traceability of the spray cans, penalties for the mayors not enacting any local ordinances and measures for the businesses that do not clean up the areas in which they are located.

Italy, the homeland of Beauty, must regain this concept if it does not want to end up in the abyss.

 



Oggi: Mara conta su di te

Mara Iapoce ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Per un'Italia più bella e decorosa: certezza della pena per i writers". Unisciti con Mara ed 467 sostenitori più oggi.