Partite Iva Incazzate e Pronte a Cambiare Tutto!

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


Eccovi alcuni punti delle nostre battaglie che andremo a negoziare con i rappresentanti governativi propedeutici a contenere l'ascesa dei colossi del web e preservare le attività tradizionali del nostro paese:

Shock Fiscale

  • Tassa unica al 20% per tutte la P.Iva;
  • Riduzione Iva su tutti i prodotti Made in Italy;
  • Abolizione minimali dei contributi previdenziali Inps ed Enasarco per i primi anni di attività;
  • Ripristinare il limite del contante a euro 12.500,00;
  • Abolizione fatturazione elettronica e registratore di cassa per coloro che fatturano fino a euro 50.000 e per tutti i venditori ambulanti;
  • Abolizione della Dichiarazione Unica di Regolarità Contributiva "DURC" per tutte le aziende con fatturati fino a euro 300.000;
  • Deducibilità 70% senza tetto massimo e su qualsiasi importo, per l'acquisto di autoveicoli aziendali da parte dei possessori di partite iva che esercitano qualsiasi attività; 100% per gli Agenti di Commercio e Autocarri;

Welfare

  • Malattia, maternità e disoccupazione pagate per i possessori di partite Iva;
  • Cassa integrazione per le partite Iva che cessano o falliscono;
  • Fondo Imprese in caso di fallimento;

Colossi del Web

  • Arginare l'ascesa delle attività online con un'imposta del 30% una tantum su ogni transazione di vendita (esempio Amazon);
  • Tutte le aziende virtuali devono necessariamente pagare le tasse così come avviene per le attività tradizionali, in proporzione ai metri quadrati virtuali utilizzati per le vendite, ivi comprese le imposte comunali della spazzatura. Questo sarà possibile grazie all'usilio di un programma/calcolatore realizzato per la causa che finalmente porrà fine alla disparità tra le aziende online e quelle tradizionali; 

Condono e Ripartenza Fiscale

  • Condono tombale per ripartire;
  • Sanatoria dei debiti iscritti a ruolo;

Riforma nel settore del Credito

  • Modifica del Dlgs.141.2010 e del Testo Unico Bancario;
  • Cancellazione come Cattivi Pagatori entro e non oltre 30 giorni dai S.I.C. (Crif, Ctc, Experia e Assilea) di tutti coloro che hanno regolarizzato la propria posizione debitoria e non possono accedere a nessuna forma di prestito;
  • La regolamentazione di oltre 50 mila abusivi nel settore del credito (che oggi lavorano in nero);
  • La possibilità di mandare in galera sia i dirigenti che gli impiegati bancari corrotti e spregiudicati (oggi protetti da una subdola legge tutta Italiana, Banca popolare Bari ne è l'ultima prova);
  • L'aumento delle erogazioni di prestiti a PMI e famiglie per iniettare liquidità nell'economia reale (necessari per ridurre il Gap dei 300 miliardi erogati in meno negli ultimi anni);
  • L' entrata annuale certificata di 2 miliardi di euro nelle casse dello stato grazie all'abolizione del mono mandato e la possibilità di collaborazione tra agenti in attività finanziaria;
    Corte di Giustizia Europea

Corte di Giustizia Europe (Sentenza Lexitor)

  • Giù le mani dalle tasche di agenti in attività finanziaria, collaboratori e società di mediazione creditizia;

E tanto altro ancora ...

Negli ultimi 3 anni sono state cessate 3milioni di Partite Iva e hanno chiuso le saracinesche il 25% delle attività tradizionali! Adesso Basta! 

Presidente Nazionale                                   

Raffaele Tafuro