Stop alla sofferenza delle galline ovaiole costrette in gabbia.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Credo che vedere un'animale in gabbia,sia anche per ognuno di noi una sofferenza se si riesce ad essere partecipi  della loro sofferenza.

Tenere,povere galline tutto il giorno chiuse in gabbie o in luoghi angusti a rilasciare uova che le vengono tolte mentre le stanno covando, uova  che poi noi mangeremo,è una sofferenza per loro, che si può ovviare semplicemente dando libero spazio a questi nostri cari animali che ci aiutano a nutrirci.

In questo modo noi potremo nutrirci delle uova,che rimangono sul terreno,ovviamente non fecondate,raccolte con accortezza e competenza dai vari esperti e lavoratori delle aziende agricole,e non ci nutriremo anche della sofferenza di queste galline ancora recluse,ma sarà in queste uova,tutta la loro libertà,e la loro gioia di stare a ''scorrazzare'' su un prato come dovrebbe essere di loro diritto.

 Chiedo cortesemente a tutti i supermercati,discount ed altri esercizi commerciali,di scegliere solo uova da galline ''libere'',e al Ministro delle politiche agricole,alimentari e forestali On.le Maurizio Martina, di realizzare una ''legge'' per tutelare questi poveri animali,in tutte le aziende agricole,perchè vi siano solo galline libere,e che vengano raccolte così solo uova,da esse lasciate e non covate, che possano nutrirci nell'armonia della Natura e nell'eticità di un'ecosistema di cui noi tutti facciamo parte e siamo tenuti a preservarlo con accortezza e responsabilità,e soprattutto con Amore,credo sia un nostro anche dovere.

Chiedo,poi a tutti coloro che possano essere d'aiuto alla vittoria di questa petizione di firmare e dare proprio supporto per trovare il giusto modo per far comprendere quest'importante iniziativa,e poterla realizzare,per i nostri animali,per noi,per la Natura tutta.Grazie....grazie....grazie....



Oggi: danielarosa conta su di te

danielarosa basile ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali: Stop alla sofferenza delle galline ovaiole costrette in gabbia.". Unisciti con danielarosa ed 1.066 sostenitori più oggi.