Riconoscimento del danno biologico per il disabile in condizioni di gravità non tutelato

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Nonostante i molti proclami ed i tantissimi annunci a tutela dei disabili in condizioni di gravità, della loro incolumità fisica e della loro stessa dignità di Essere Umano; quando ci si trova davanti a problemi importanti e quasi impossibili da affrontare da soli, come quello di una EMERGENZA ABITATIVA, ancor più se determinata da antigienicità ed inabitabilità dell'alloggio in cui si viveva in locazione; l'unica risoluzione prospettata non può e non deve essere quella dell'emissione di una ordinanza di sgombero che, oltre a  sollevare la Pubblica Amministrazione da qualsiasi tipologia di Responsabilità, espone il disabile ad una moltitudine di rischi e pericoli che possono debilitare in breve tempo il suo già precario equilibrio esistenziale, portando il disabile a considerarsi un essere futile e privo di dignità!.

Il riconoscimento di un danno esistenziale cagionato al disabile in condizioni di gravità, dall'immobilismo burocratico e dalla mancata tutela da parte degli Enti preposti; sarebbe un sicuro ed efficace incentivo a disporre di strutture esistenti e di predisporne altre (magari adattandole e riconvertendole) in situazioni di emergenza abitativa e subito attuabili!



Oggi: Luigi conta su di te

Luigi Russo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministero della salute: Riconoscimento del danno biologico per il disabile in condizioni di gravità non tutelato". Unisciti con Luigi ed 20 sostenitori più oggi.