Cannabis Terapeutica: Accessibilità, Ricerca ,Gratuità, Continuità per TUTTI

0 hanno firmato. Arriviamo a 75.000.


Il Comitato Pazienti Cannabis Medica nasce il 5 settembre del 2018 a Sant’Alessio Siculo in provincia di Messina.

QUELLO PER CUI LOTTIAMO:
ATTUAZIONE ART 18 QUATER LEGGE DI BILANCIO 2018 IN TUTTE LE REGIONI Erogazione a carico del SSN in tutte le regioni, come previsto dalla Legge di Bilancio 2018 (solo quando sarà attuato in tutte le regioni ,si potrà sapere il numero reale dei pazienti che hanno bisogno di queste terapie e quindi il reale fabbisogno nazionale, al momento molti di noi arrivano alla prescrizione e poi abbandonano le cure per via dei costi altissimi o per la mancanza di continuità Terapeutica)
FORMAZIONE DI MEDICI E DI FARMACISTI -Maggiore divulgazione e corretta informazione tra Medici, Ospedali, Istituti di Ricerca (i pazienti si ritrovano a fare viaggi della speranza pagando molte delle volte costi altissimi per ottenere una ricetta o costi di spedizioni perché molte delle volte è difficile trovare una farmacia galenica che prepara il prodotto nella propria città)
EROGAZIONE A CARICO AL SSR PER LE PATOLOGIE PREVISTE DAI DECRETI MINISTERIALI E ALLARGAMENTO AD ALTRE PATOLOGIE-Uniformare a livello nazionale le patologie riconosciute e ampliamento delle patologie per cui è consentita la prescrizione a carico del SSN(epilessia , tourette , parkinson fibromialgia ecc)
RICERCA CLINICA E SCIENTIFICA-favorire e promuovere la ricerca scientifica.
CONTINUITA’ TERAPEUTICA - Garanzia di continuità terapeutica su tutto il territorio nazionale (di tutti gli strain presenti sul mercato bedrocan, bedica, bedrolite, bediol, fm1 fm2 e Pedanios 
APERTURA A PRODUTTORI DI CANNABIS TERAPEUTICA CON ELEVATI STANDARD DI QUALITA’ MEDICA PER COPRIRE IL FABBISOGNO NAZIONALE. -estendere le licenze a distributori privati e permettere agli ospedali di poter comprare direttamente da aurora pedanios come fanno già con il bedrocan dall’olanda per risolvere parzialmente i problemi di carenze sul territorio)
regolamentare la questione patenti
 
Il Comitato opera in attività di volontariato inteso come partecipazione, solidarietà e
pluralismo a beneficio dell’intera collettività e si prefigge come scopo di assistere
moralmente e fisicamente le persone con dolore cronico e patologie correlate,
rappresentarli nei loro diritti umani e positivi, sia a livello singolo che come gruppo sociale.Al fine di promuovere iniziative dirette alla tutela dei loro diritti e al miglioramento della qualità della loro vita. Realizzare opere di informazione e sensibilizzazione sulla natura di chance terapeutiche con particolare interesse alla cannabis ad uso medico.

Il Comitato si propone a titolo di solo volontariato e a vantaggio della comunità, in maniera autonoma e in collaborazione con altre associazioni, enti e soggetti privati aventi finalità e scopi simili .

Confidiamo che riusciate a cogliere l'importanza della questione che riguarda tutti noi pazienti allo stesso modo e che prendiate seriamente in considerazione le nostre richieste, poste in un momento di estremo disagio e di bisogno impellente di sostegno e appoggio da parte dello Stato, a cui chiediamo di intervenire prontamente.