PETIZIONE CHIUSA
Diretta a Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi ed a(d) 3 altri

Vivere in un Paese civile è possibile. Ecco le 6 riforme necessarie per contrastare la corruzione

93.644
sostenitori

 

In Italia abbiamo bisogno subito di leggi moderne in grado di intercettare, prevenire e sanzionare la corruzione. Chiediamo alla politica di intervenire al più presto su 6 punti chiave, modificando le normative che risultano ad oggi gravemente insufficienti e introducendo ciò che ancora manca. 

1) Stop ai conflitti di interesse.
Chi ricopre incarichi pubblici deve dichiarare in anticipo se le decisioni assunte svolgendo il ruolo istituzionale possono entrare in contrasto con la sua attività professionale o con i suoi interessi. All’Italia basterebbe adeguarsi alle convenzioni internazionali che ha già sottoscritto. È ora di farlo.

2) Stop vitalizio ai politici condannati: fatto! 520.000 cittadini hanno chiesto a gran voce la cessazione del vitalizio agli ex parlamentari condannati per mafia e corruzione. Grazie alla potente azione della società civile il 7 maggio 2015 la delibera è stata finalmente approvata e un primo passo è stato fatto.

3) I corrotti scontino la pena.
I detenuti in Italia sono in tutto 50.000: sembra incredibile ma tra questi solo 257 sono in carcere per corruzione, concussione e furto di denaro pubblico. Per quale ragione? Perché i processi finiscono in prescrizione. Bisogna modificare i meccanismi della prescrizione per i reati di corruzione se non vogliamo che i corrotti continuino a restare impuniti.

4) Combattere il riciclaggio di denaro sporco e punire efficacemente l’autoriciclaggio.
Le tangenti si pagano con i capitali in nero accumulati con tutti quei reati finanziari che permettono la corruzione, compreso il falso in bilancio e l'evasione fiscale (che non deve prevedere la tolleranza al 3%). Anche la norma approvata alcuni mesi fa sull'autoriciclaggio è insufficiente, poco chiara e va migliorata.

5) Trasparenza come antidoto alla corruzione.
Chiediamo un vero “Freedom of Information Act” (FOIA) che obblighi la Pubblica amministrazione a pubblicare tutti i dati di cui è in possesso (bilancio, utilizzo delle risorse, concorsi, appalti), mettendoli a disposizione dei cittadini. 

6) Whistleblowing: chi rompe il muro dell’omertà deve essere aiutato. 
Il lavoratore che segnala episodi di corruzione a cui ha assistito sul posto di lavoro mette spesso a rischio la propria posizione, talvolta subendo ritorsioni o minacce. In Italia è stata approvata dalla Camera una legge che tuteli e incoraggi queste figure fondamentali per la lotta a corruzione e malaffare: chiediamo che il Senato faccia al più presto la sua parte. 

Facciamo sentire la nostra voce.

Caro Matteo Renzi, chiediamo norme efficaci al più presto.

Firma la petizione.

Tutti i punti dell’agenda di Riparte il futuro   

Questa petizione è stata notificata a:
  • Presidente del Consiglio dei Ministri
    Matteo Renzi
  • Ministro della Giustizia
    Andrea Orlando
  • Presidente del Consiglio
    Matteo Renzi
  • Ministero Giustizia
    Andrea Orlando


Riparte il futuro ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 93.644 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




Oggi: Riparte il futuro conta su di te

Riparte il futuro ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Matteo Renzi: Vivere in un Paese civile è possibile. Ecco le 6 riforme necessarie per contrastare la corruzione". Unisciti con Riparte il futuro ed 93.643 sostenitori più oggi.