CAMBIAMO INSIEME LA MATURITÀ 2019!

0 hanno firmato. Arriviamo a 10.000.


Siamo gli studenti delle scuole superiori, la generazione dal 2000 in poi. Negli ultimi cinque anni abbiamo visto succedersi quattro diversi ministri dell’Istruzione, e ognuno, ogni volta, ha dovuto dire la sua sulla maturità, sbandierando al mondo di volerla stravolgere. Chissà perché scelgono sempre di partire dalla maturità, che è solo l'ultimo cruciale passaggio prima di entrare nel mondo universitario o del lavoro.

Già l'anno scorso la minaccia di un cambiamento dell'esame era sulle bocche di tutti. Quest’anno, per un provvedimento della Ministra Fedeli attuato dal Ministro Bussetti, la maturità è cambiata per davvero, in peggio e per di più senza dare la minima giustificazione dal punto di vista educativo.

• La seconda prova sarà doppia, e metterà in difficoltà tutti. Da sempre la scuola ci insegna le materie per compartimenti stagni, ma nel giro di quattro mesi, a quanto pare, dovremmo acquisire elasticità mentale e un approccio multidisciplinare senza aver mai avuto gli strumenti giusti per applicarli. Chiediamo che l’interdisciplinarietà cominci dal primo anno, e che non venga imposta a chi non ha gli strumenti per gestirla!

L’orale sembra quasi un quiz televisivo: tre buste, argomenti selezionati dal documento del 15 maggio, tu scegli, e lì parte l’orale. Una modalità ansiogena e spersonalizzante di fare il colloquio che da sempre incute più paura.

• Vogliamo la reintroduzione immediata della tesina: non regge la scusa delle tesine copiate dal web! Tantissimi di noi nella tesina ci avrebbero messo l’anima, le loro passioni, tutto quello di cui a scuola non si riesce mai a parlare (e fidatevi che le cose sono tante). A qualcuno la tesina è servita per capire cosa fare all’università. Iniziare il un colloquio con qualcosa preparato da te, anche se fosse un semplice compitino, aiuta tantissimo soprattutto chi vive la pressione delle interrogazioni orali! Chiediamo che la tesina venga reintrodotta e che la produzione di approfondimenti e ricerche originali diventi una pratica quotidiana a scuola!

Chiediamo la modifica immediata dei tre punti che in queste ore ci stanno facendo disperare. Non siamo cavie!

Ma d’ora in poi basta annunciare cambiamenti dell’esame ogni anno, che si cominci a cambiare a partire da ciò che incide concretamente nelle nostre vite, tutti i giorni: LA SCUOLA, nel suo complesso. È urgente cambiare il metodo d'insegnamento in modo che punti a una vera crescita dello studente attraverso l'insegnamento multidisciplinare delle materie. Basta alla valutazione pensata per punire anziché per imparare. È necessario migliorare un impianto di scuola vecchio di 80 anni! Solo dopo modifiche sostanziali al nostro sistema scolastico si potrà parlare di esame!

Solo uniti possiamo riprenderci la nostra istruzione: FIRMA LA PETIZIONE PER CAMBIARE LA MATURITÀ DI OGGI MA ANCHE LA SCUOLA DI DOMANI!