GARANTIRE A TUTTI I BAMBINI GLI STESSI DIRITTI!

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


L'art. 2 della Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia stabilisce che: "Tutti i bambini del mondo hanno gli stessi diritti, senza alcuna distinzione". 

Ciò significa che TUTTI I BAMBINI DEVONO AVERE LE STESSE OPPORTUNITA' DI SVILUPPO COGNITIVO, EMOTIVO E RELAZIONALE.

E' scientificamente dimostrato che per migliorare le competenze linguistiche e di alfabetizzazione dei bambini nella scuola occorre leggere loro dei libri, sin dai primi mesi di vita, e che la lettura sia più interattiva possibile (con libri tattili o sonori nei primi mesi, ad esempio).  

Il cervello dei bambini si sviluppa soprattutto nei primi 5 anni e quindi prima si inizia la lettura a voce alta prima se ne favorisce lo sviluppo.

30 MILIONI DI PAROLE: è il divario scientificamente dimostrato che esiste tra le parole conosciute dai bambini "ricchi" che prima dei 3 anni hanno avuto genitori che costantemente hanno letto loro libri e che hanno interagito con loro  e le parole conosciute dai bambini "poveri" che non hanno avuto questo privilegio. 

EMERGENZA LETTORI: in Italia quasi il 60% delle persone dai 6 anni su non legge libri, secondo una recente indagine Istat, e il motivo va ricercato nelle situazioni di disagio economico e sociale in cui vivono. I "non lettori" sono infatti in gran parte persone con un basso livello d'istruzione, che abitano in piccoli comuni e che hanno un basso reddito.  

LEGGERE A VOCE ALTA RENDE I BAMBINI PIU' INTELLIGENTI: secondo alcune ricerche infatti grazie ai libri i bambini imparano ad usare l'immaginazione che li aiuta con il ragionamento, la matematica e la logica. 

Pur esistendo già delle iniziative a livello nazionale, come "Nati per leggere" che promuovono la buona pratica della lettura a voce alta ai bambini sin da piccolini, queste non bastano. Non sono sufficienti. Non tutti i bambini hanno la fortuna di avere genitori che possono, vogliono o sono al corrente dell'importanza di leggere ai figli. E inoltre molti hanno orari di lavoro proibitivi, non esistono ovunque biblioteche pubbliche dove poter avere a disposizione libri adatti alle diverse età, o molti semplicemente non lo fanno, perché nessuno l'ha fatto con loro e nessuno ha spiegato loro l'importanza di farlo. 

Ecco quindi spiegato il motivo della petizione: occorre creare dei posti dedicati nelle scuole perché  TUTTI I BAMBINI VANNO A SCUOLA. Occorre che in tutte le scuole venga diffusa la pratica di leggere a voce alta, ma non in classe. Ogni scuola deve avere un luogo dedicato, un'"ISOLA DELLE FIABE". 

"L'ISOLA DELLE FIABE" è un luogo fisico che esiste a Roma sin dal 1998. Ad avere ideato il progetto è Giovanna Scatena, dipendente dell'Istituzione Biblioteche di Roma, che arrivata in una biblioteca della periferia di Roma era seriamente preoccupata della mancanza di spazi dedicati ai bambini. 

Nel 2002 Giovanna Scatena realizza un'"ISOLA DELLE FIABE" nella Biblioteca comunale "Casa dei Bimbi" di Roma, unica biblioteca comunale di Roma che è dedicata ai bambini sin da quando sono in pancia.

Da quasi 20 anni il progetto I'ISOLA DELLE FIABE promuove la lettura, sviluppando nei bambini e nei ragazzi il piacere e l'esigenza di leggere: il libro diventa fonte di piacere e di conoscenza. 

Per capire come è L'ISOLA DELLE FIABE immaginatevi una sala con un grande tappeto morbido, cuscini colorati, pareti decorate, dove si entra scalzi, e si può prendere posto liberamente. Uno spazio non identificato come scolastico, ma percepito come spazio amico-famigliare, dove non si viene valutati e giudicati, aiuta il rilassamento e favorisce il contatto con se stessi e con gli altri.  

Ad oggi 18 scuole hanno già adottato il progetto "L'ISOLA DELLE FIABE" inserendolo nell'offerta formativa, ottenendo vari benefici per gli studenti, per la scuola e per la società tutta.  

Principali benefici per gli studenti:

- sviluppo dell'ascolto, dell'empatia e della condivisione
- miglioramento dell'apprendimento
- aumento della consapevolezza di se stessi e degli altri
- miglioramento delle capacità relazionali
 

Principali benefici per la scuola:

- previene e contrasta la dispersione scolastica
- previene e riduce aggressività e bullismo
- previene e riduce l'ansia da prestazione
- contrasta la dipendenza dal web e dal cellulare
 

OBIETTIVO DELLA PETIZIONE: UN DISEGNO DI LEGGE CHE OBBLIGHI TUTTE LE SCUOLE, DAL NIDO ALLE SUPERIORI, A DOTARSI DI UN'ISOLA DELLE FIABE

Portare nelle scuole questo spazio privilegiato, che è L'ISOLA DELLE FIABE, equivale a permettere agli studenti una "gita fuori porta dentro la porta"L'ISOLA DELLE FIABE è infatti il luogo del sogno, della magia, della tenerezza narrativa e dell’ascolto interiore e potrà promuovere negli alunni la valorizzazione della loro speciale dimensione. 

Nell'ISOLA DELLE FIABE i libri non sono solo uno strumento cognitivo, ma diventano un'occasione di relazioni umane significative e di crescita personale

50 MILA: sono le firme necessarie per garantire a tutti i bambini, nessuno escluso, il diritto al piacere e ai benefici della lettura e dei libri. 

Tutti possiamo contribuire a migliorare il futuro dei nostri figli: un mondo di bambini che leggono sarà un mondo di uomini consapevoli e capaci

BASTA UNA FIRMA!



Oggi: Genitori e fan della Biblioteca comunale Casa dei Bimbi conta su di te

Genitori e fan della Biblioteca comunale Casa dei Bimbi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "GARANTIRE UN FUTURO MIGLIORE A TUTTI I BAMBINI, NESSUNO ESCLUSO!". Unisciti con Genitori e fan della Biblioteca comunale Casa dei Bimbi ed 1.991 sostenitori più oggi.