Salviamo il pratone, il polmone verde di Lissone!

Salviamo il pratone, il polmone verde di Lissone!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!

Sara e Nicole Personè ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a European Commission e a

Il parco compreso tra le vie San Giorgio, Don Bernasconi e Fausto Coppi verrà in buona parte distrutto per costruire un edificio contenente 18 unità abitative. Nel primo decennio del 2000 in questa stessa zona sono stati costruiti numerosi edifici che hanno distrutto suolo vergine lissonese. Ora Lissone si ritrova ad essere la "maglia nera del cemento" come è stata definita da quotidiani tra i più noti del nostro paese come Il Corriere della Sera o Il Giorno e risulta avere il 71,36 % di suolo artificiale. Nonostante le direttive europee ci impongano di raggiungere l'azzeramento del consumo del suolo netto entro il 2050, la cementificazione in Italia, e soprattutto in Brianza, non rallenta, anzi come certifica il rapporto sul consumo di suolo 2019 redatto dall'ISPRA nel 2018 nel nostro paese sono stati coperti con cemento o asfalto 51 chilometri quadrati di territorio, in media 14 ettari al giorno, 2 metri quadrati al secondo. 

Questo parco è già stato salvato 10 anni fa, il 17 dicembre 2011, da un comitato spontaneo di cittadini che hanno raccolto 200 firme con la petizione "salvo parco". Oggi il disegno si ripete e noi cittadini ci opponiamo fortemente all'edificazione di quest'area che risulta essere una delle ultime oasi verdi lissonesi. 

Perché dovresti firmare questa petizione?

Le tematiche ambientali, come tutti sappiamo, stanno sempre più a cuore ai cittadini e soprattutto ai giovani che vedono svanire davanti ai loro occhi la promessa di un futuro propizio. Dobbiamo lottare tutti insieme per far valere i nostri diritti davanti a questo sfrontato gesto che mette a rischio il microclima della nostra città. In questo modo contribuirai alla trasformazione GLOCAL (globale e locale) promossa del ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani.

Email: info.salvoprato@gmail.com

Seguici anche sui social per rimanere sempre aggiornato:

Instagram: @salvopratolissone 

Facebook: Salvo Pratone

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!