Petition update

ENPAM: nuova segnalazione ad ANAC...

Franco Picchi
Pietrasanta, Italy

Jan 21, 2018 — Spett. ANAC
Ufficio Vigilanza Servizi Forniture
SEGNALAZIONE
Oggetto:Procedura di scelta della Banca Depositaria da parte della Fondazione ENPAM.
Il sottoscritto dott. Franco Picchi,
PREMESSO
Già la Corte dei Conti, Sez. Controllo Stato con la sentenza n. 5 del 13 maggio 2005 ha evidenziato che i principi derivanti dalla giurisprudenza formatasi sugli appalti pubblici “ hanno spesso una
portata che supera l’ambito degli appalti pubblici. Essi sono applicabili anche ad altre fattispecietra cui le concessioni”.
Il Consiglio di Stato con la sentenza 30 del 10 gennaio 2007 ha poi stabilito che anche le concessioni e le convenzioni, pur se in difetto della corrispettività, sottostanno ai principi di evidenza pubblica, come tutte le attività contrattuali delle pubbliche amministrazioni.
Quindi il servizio di Banca Depositaria prestato alla Fondazione ENPAM deve essere affidato in base a tali principi e alle regole dell’ evidenza pubblica.
La successiva sentenza Consiglio di Stato Sez.V n.3377 del 6 giugno 2011 ha poi ulteriormente chiarito, riguardo al servizio di Banca Depositaria, che in presenza di un corrispettivo per la prestazione a carico della pubblica amministrazione, il servizio di tesoreria si sostanzia in un appalto.
RILEVATO
Nei bilanci consuntivi ENPAM non è chiarito se l’affidamento di tale servizio abbia seguito le regole dell’evidenza pubblica.
Per essere più precisi nei bilanci ENPAM non si trova nessuna indicazione dell’esecuzione di gare a tal fine indette.
Nel bilancio consuntivo ENPAM 2010 leggiamo ” Nel corso dell’esercizio si è realizzata l’iniziativa di affidamento ad un unico istituto bancario del servizio di “banca depositaria” per le
gestioni patrimoniali mobiliari; tale servizio, affidato a BNP Paribas, …Il mandato alla banca depositaria comprende inoltre le attività di valorizzazione del portafoglio gestito a prezzi di mercato su base mensile, l’analisi dei principali fattori di rischio-rendimento del portafoglio stesso e la misurazione e rendicontazione mensile delle performance dei gestori.” (pag .12). (doc.1)
Il contratto è stato stipulato in data 19.04.2010, prevede una durata di 5 anni con la previsione della proroga tacita per un periodo di uguale durata. (doc.2)
Il contratto è stato effettivamente poi rinnovato nel 2015.
Risulta da alcuni bilanci preventivi ENPAM che i ” compensi riconosciuti a BNP Paribas, quale Banca Depositaria “ sono annualmente “ complessivamente € 3.000.000” . (doc.3)
Sottolineato
Anche se l’originale contratto fosse stato concluso a seguito di una selezione ad evidenza pubblica, il rinnovo alla scadenza, senza ulteriore nuova indizione di gara, non sembra essere ammissibile.
La Fondazione ENPAM detiene anche ingentissime somme nella tesoreria, come rilevabile dai relativi bilanci annuali ( circa 688 milioni € nel 2016, 422 milioni nel 2015, 878 milioni nel 2014, 566 milioni
nel 2013).
CHIEDE
-che codesta Autorità valuti per quanto di sua competenza la rispondenza degli atti contrattuali in oggetto ai principi e alle regole dell’evidenza pubblica, come previsto dalla legislazione nazionale e
comunitaria.
Si chiede espressamente di comunicare l’eventuale archiviazione della segnalazione


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.