RIDIAMO IL SORRISO ALLE BIMBE E AI BIMBI PAZIENTI ONCOLOGICI

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


A causa delle restrizioni legate al Covid-19, l'Associazione Ridolina ha dovuto interrompere la presenza ventennale dei suoi clown dottori Doda e Bazar nel reparto di oncoematologia pediatrica Santa Chiara di Pisa, dopo gli ultimi tre mesi di servizio post lockdown realizzato all'aperto nel giardino sottostante il reparto.

Stessa sorte è toccata ad altre/i clown dottori in altri ospedali.

L'Associazione ha deciso così di ideare un evento per lanciare questa petizione e  ridare il sorriso alle bimbe ricoverate e ai bimbi ricoverati, alle loro famiglie che hanno conosciuto in vent'anni di attività e in esteso a tutta la cittadinanza.

COSA CHIEDIAMO

1. CLOWN DI NUOVO IN OSPEDALE.Il/la clown lavora per la salute di pazienti, famiglie e del resto del personale sanitario. Quindi come quest'ultimo, dovrebbe stare in ospedale, nei reparti o in qualsiasi altro spazio sicuro delle strutture ospedaliere, per far vivere momenti di felicità a chi sta in questi spazi perché paziente o familiare di paziente o lavora per la loro salute. Le/i clown dovrebbero essere parte integrante del percorso terapeutico di guarigione. Per questo serve che tutti i Consigli regionali votino una legge per sancire questo principio e associarvi un fondo dedicato a bilancio capace di assicurare che almeno in ogni pediatria degli ospedali ci siano le/i clown.

2. UNA LEGGE NAZIONALE PER ISTITUIRE LA FIGURA PROFESSIONALE DEL/LA CLOWN TERAPEUTA

La tecnica della clownterapia si è diffusa con successo in molti contesti sanitari e sociali di tutto il mondo come Francia, Italia, Spagna, Paesi Bassi, Svezia, Gran Bretagna, Germania, Israele, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Sudafrica. Per diventare clown terapeuta serve formazione professionale e un'esperienza importante a contatto con le/i pazienti. Ma oggi in Italia tutto questo è lasciato alla buona volontà delle Associazioni come Ridolina. Serve una legge nazionale che istituisca e disciplini la figura del clown terapeuta. Va fatta per ridare il sorriso alle bambine e ai bambini, ma anche ad adulte e adulti, anziane e anziani che hanno un grande bisogno di ridere di fronte ai percorsi di salute a cui sono sottoposte/i per curarsi il corpo. Una cura dell'anima quanto mai necessaria!

3. UN FONDO DI BILANCIO, NAZIONALE E GIRATO ALLE REGIONI, PER PAGARE IL SERVIZIO DI CLOWN-TERAPIA. Oggi le bimbe e i bimbi pazienti ospedalizzati vedono o meno le/i clownterapeute/i a seconda della buona volontà delle associazioni dei clown e di alcune amministrazioni illuminate. Questo crea grande disparità tra i territori, nelle stesse regioni e ancor di più tra le varie regioni. Serve un fondo dedicato nazionale, girato alle regioni per lo scopo. Così tutte le pazienti e tutti pazienti, in tutta Italia, potranno avere la CLOWN-TERAPIA al proprio servizio!

 

CONTATTI RIDOLINA
Presidente Antonietta Doda Oristano

info@ridolina.it