Una ferrovia x tutti

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Il nuovo orario invernale di Trenitalia per la tratta Torino-Aosta, elaborato dal gestore del servizio senza alcuna concertazione con le Associazioni degli utenti, prevede, alcuni pesanti cambiamenti quali:

-          La drastica riduzione delle fermate nelle stazioni di Borgofranco, Strambino, Caluso e Montanaro

-        Significativi cambiamenti di orario, che mal si conciliano con le esigenze dei pendolari

-          L’utilizzo dei bimodali che mal si conciliano, in termini di capienza,  con la presenza di un consistente numero di pendolari nella tratta Ivrea-Torino e viceversa.

Nella tratta Ivrea - Pont St. Martin rimane aperta la sola stazione di Borgofranco dopo la soppressione, in quella tratta, delle stazioni di Montalto Dora, Quincinetto e Settimo/Tavagnasco! Un drammatico impoverimento del territorio a nord di Ivrea e ai confini con la Valle d’Aosta, che conta un bacino di oltre 10.000 abitanti.

La riduzione delle fermate a Strambino e Caluso, ha creato un forte disagio all’utenza, che, in queste due stazioni, è decisamente numerosa.

Tutto ciò in un periodo in cui si punta alla riduzione delle emissioni di Co2, incentivando l’uso del mezzo pubblico e collettivo. Una simile scelta comporterà agli utenti della linea di spostarsi, con mezzi propri individuali, alle stazioni di Ivrea o di Pont St. Martin o di Chivasso, con aggravio dei costi per il cittadino, aumento del traffico e dell’inquinamento!

Considerato che:

·         Stiamo vivendo in una emergenza climatica preoccupante

·         Il treno deve diventare uno strumento imprescindibile per muoversi

·         La mobilità è un diritto del cittadino, che deve essere messo nelle condizioni di poterne fruire al meglio

·         l’uso del treno consente di alleggerire l’affollamento dei bus offrendo pertanto maggiore sicurezza ai viaggiatori, soprattutto in tempo di Covid

·         il depotenziamento di una stazione impoverisce l’intero territorio

·         ad oggi a Borgofranco sono state ripristinate solo 3 fermate coincidenti con fermate tecniche e pertanto obbligatorie

CHIEDIAMO

·         L'immediato ripristino delle fermate, come nel precedente orario, presso le stazioni di Borgofranco, Strambino, Caluso, Montanaro.

·         L’apertura di un tavolo di concertazione con le associazioni dei pendolari finalizzato alla costruzione di un orario che sia consono alle esigenze per pendolari e non una mera ottemperanza contrattuale

·         L’impegno delle due regioni per la valorizzazione della linea Torino-Chivasso-Ivrea-Aosta