In nome di Adan, figlio nostro morto a 13 anni

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Trovo indegne dell'Italia e dell'Europa le morti che si infittiscono davanti alla nostra porta. Le leggi e i regolamenti italiani ed europei attuali non corrispondono alla nostra tradizione e alla nostra civiltà, vanno ridiscussi.

Adan, 13 anni, curdo, ammalato di distrofia muscolare, è arrivato a Bolzano con i genitori e i tre fratellini di 6, 10 e 12 anni, dopo il rifiuto della loro richiesta di asilo in Svezia.

A causa di una circolare provinciale, la circolare Critelli, non ricevono accoglienza pubblica nemmeno a Bolzano: la Provincia ha infatti deciso di revocare la possibilità di essere accolti a tutti coloro i quali, benché vulnerabili, siano arrivati sul territorio per chiedere asilo. La famiglia quindi è costretta a vivere per strada o in alloggi di fortuna trovati da alcune associazioni di volontariato.

Venerdì 6 ottobre, Adan cade dalla sedia a rotelle a causa di una barriera architettonica, riportando la frattura di entrambe le gambe. Le sue già precarie condizioni di salute si aggravano nella notte tra il 7 e l'8 ottobre muore nel reparto di rianimazione dell'ospedale dove era ricoverato.

Si veda su meltingpot.org la ricostruzione degli ultimi giorni di Adan da parte dei volontari che li hanno aiutati Ora è stata trovata per la famiglia la possibilità d'essere ospitata in un appartamento, ma è troppo tardi per Adan. Si tratta ormai di un provvedimento di pietà tardiva e non di una questione di giustizia.

Chiedo che venga rapidamente ritirata la circolare Critelli e siano approntate soluzioni di accoglienza per le persone che ne hanno bisogno, dovunque siano nate, in particolare in vista dell'inverno, in particolare a protezione dei minori.



Oggi: Mura conta su di te

Mura Maria Rosa ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Arno Kompatscher Presidente Regione Trentino alto Adige/Süd Tirol: In nome di Adan, figlio nostro morto a 13 anni". Unisciti con Mura ed 6.536 sostenitori più oggi.