Petition Closed
Petitioning Segretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani and 2 others
This petition will be delivered to:
Segretario del Partito Democratico
Pier Luigi Bersani
Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano
Segretario del Partito Democratico
Pier Luigi Bersani

Appello a Bersani: votate Stefano Rodotà

59,108
Supporters

Caro Pier Luigi Bersani,

siamo giovani elettori e cittadini, tutti nati dopo il Crollo del Muro di Berlino. Siamo cresciuti e ci è toccato votare sotto la cosiddetta Seconda Repubblica, dopo che la Prima era morta per un'overdose letale di tangenti.

Per la prima volta, da quando siamo nati, si può aprire finalmente una stagione di primavera, che passa necessariamente attraverso l'elezione alla più alta carica dello Stato di una persona con una storia personale e politica all'insegna della difesa dei valori contenuti nella nostra Costituzione.

Noi, e non solo noi, assieme a tantissimi elettori del centrosinistra, pensiamo che la candidatura ideale a svolgere un compito così delicato in questo periodo, per traghettare finalmente l'Italia verso lidi migliori di quelli che ha conosciuto negli ultimi anni, sia Stefano Rodotà, la cui storia personale e politica parla da sé.

Persino Beppe Grillo ha capito quanto sia grave il momento e ha messo da parte la propaganda, evitando di usare lo stile che lo ha contraddistinto negli ultimi anni, facendo un accorato appello al voto per Stefano Rodotà, diventato il candidato ufficiale del Movimento 5 Stelle, viste le rinunce di Milena Gabanelli e di Gino Strada.

Ci pare davvero folle non sfruttare questa occasione storica, cercando a tutti i costi l'accordo con Berlusconi su un nome di garanzia (per lui), giusto per far nascere magari un governo di soli 3 mesi, che si ritroverebbe comunque impantanato nei veti incrociati e non concluderebbe un bel nulla.

Il nostro appello che ti rivolgiamo come giovani elettori, come giovani di Sinistra, è di votare Stefano Rodotà sin dalla prima votazione.

Perché come disse una volta Enrico Berlinguer: "Non si può rinunciare alla lotta per cambiare ciò che non va. Il difficile, certo, è stare in mezzo alla mischia mantenendo fermo un ideale e non lasciandosi invischiare negli aspetti più o meno deteriori che vi sono in ogni battaglia. Ma alternative non ne esistono."

Smettere di lottare, invischiandosi tra l'altro negli aspetti parecchio deteriori di questa battaglia, sarebbe solo un suicidio politico. E noi, molto semplicemente, smetteremmo di votarvi.

I blogger di Qualcosa di Sinistra e i ragazzi di enricoberlinguer.it


Letter to
Segretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani
Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Segretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani
Appello a Bersani: votate Stefano Rodotà

Caro Pier Luigi Bersani,

siamo giovani elettori e cittadini, tutti nati dopo il Crollo del Muro di Berlino. Siamo cresciuti e ci è toccato votare sotto la cosiddetta Seconda Repubblica, dopo che la Prima era morta per un'overdose letale di tangenti.

Per la prima volta, da quando siamo nati, si può aprire finalmente una stagione di primavera, che passa necessariamente attraverso l'elezione alla più alta carica dello Stato di una persona con una storia personale e politica all'insegna della difesa dei valori contenuti nella nostra Costituzione.

Noi, e non solo noi, assieme a tantissimi elettori del centrosinistra, pensiamo che la candidatura ideale a svolgere un compito così delicato in questo periodo, per traghettare finalmente l'Italia verso lidi migliori di quelli che ha conosciuto negli ultimi anni, sia Stefano Rodotà, la cui storia personale e politica parla da sé.

Persino Beppe Grillo ha capito quanto sia grave il momento e ha messo da parte la propaganda, evitando di usare lo stile che lo ha contraddistinto negli ultimi anni, facendo un accorato appello al voto per Stefano Rodotà, diventato il candidato ufficiale del Movimento 5 Stelle, viste le rinunce di Milena Gabanelli e di Gino Strada.

Ci pare davvero folle non sfruttare questa occasione storica, cercando a tutti i costi l'accordo con Berlusconi su un nome di garanzia (per lui), giusto per far nascere magari un governo di soli 3 mesi, che si ritroverebbe comunque impantanato nei veti incrociati e non concluderebbe un bel nulla.

Il nostro appello che ti rivolgiamo come giovani elettori, come giovani di Sinistra, è di votare Stefano Rodotà sin dalla prima votazione.

Perché come disse una volta Enrico Berlinguer: "Non si può rinunciare alla lotta per cambiare ciò che non va. Il difficile, certo, è stare in mezzo alla mischia mantenendo fermo un ideale e non lasciandosi invischiare negli aspetti più o meno deteriori che vi sono in ogni battaglia. Ma alternative non ne esistono."

Smettere di lottare, invischiandosi tra l'altro negli aspetti parecchio deteriori di questa battaglia, sarebbe solo un suicidio politico. E noi, molto semplicemente, smetteremmo di votarvi.