La legge è uguale per tutti? Don Paolo Glaentzer deve pagare per quello che ha fatto!

0 hanno firmato. Arriviamo a 75.000.


Il 23 luglio 2018, Don Paolo Glaentzer, parroco della chiesa di San Rufignano a Sommaia (Calenzano), è stato sorpreso seminudo dentro la propria auto, in compagnia di una bambina di soli 11 anni. Durante l'interrogatorio, il parroco, accusato di violenza sessuale aggravata, ha confessato di aver avuto altri incontri con la bambina, dichiarando che "era sempre stata lei a prendere l'iniziativa".

Il Gip ha disposto per Don Glaentzer gli arresti domiciliari, che trascorrerà nella sua abitazione vicina a Bagni di Lucca, respingendo di fatto la richiesta di incarcerazione avanzata dalla Procura.

Chi commette questi atti deve scontare la pena prevista dalle legge, senza attenuanti derivate dall'età o dal ruolo che riveste.

Pertanto, siamo a chiedere al Ministro di Grazia e Giustizia, On. Alfonso Bonafede, che prenda in considerazione questo caso, affinché venga accolta la richiesta presentata dalla Procura di incarcerazione dell'imputato.

Perché non possiamo permettere che un cittadino, avvantaggiato dal ruolo che riveste, possa abusare di una bambina ed evitare di essere punito come previsto dalla legge!



Oggi: Massimiliano conta su di te

Massimiliano Vintaloro ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Alfonso Bonafede: La legge è uguale per tutti? Don Paolo Glaentzer deve pagare per quello che ha fatto! @AlfonsoBonafede". Unisciti con Massimiliano ed 58.142 sostenitori più oggi.