Petition Closed

Al Sindaco del Comune di Napoli

Questa petizione nasce da parte di tutti coloro che, non solo a Napoli, ritengono l’incendio di Città della Scienza un attacco diretto alla Cultura come motore di riscatto della Comunità locale.
Città della Scienza ha di fatto rappresentato in più di un ventennio di piani illuministi, progetti mancati, aspirazioni allo sviluppo, cocenti delusioni, risse intellettuali e ignavia politica complessiva, l’unico tassello in cui il napoletano civile potesse riconoscersi e tramite il quale sognare lo sviluppo della propria Città.
L’unico “monumento condiviso” tra le macerie reali e istituzionali.
Città della Scienza è stata bruciata per trasformarla in un cumulo di rifiuti speciali come tanti altri che occupano la zona e per rendere disponibile la sua area.
Città della Scienza è stato l’unico riferimento civile in un periodo lunghissimo di tempo in cui per il resto ha regnato il “vuoto”.
E che ha reso ad oggi obsoleta e discutibile qualsiasi ipotesi di realizzabilità di progetti nati in un’altra era geologica e difesi acriticamente e senza confronto con i cittadini.
Le nuove generazioni di Napoli e di Bagnoli hanno bisogno di partecipare ad un dibattito altrimenti relegato a tavoli riservati a “tecnici”, “intellettuali” e “politici”.
Non si può pensare di trascurare un elemento fondamentale per i cittadini: cosa ha rappresentato per essi Città della Scienza.
Questa petizione è basata sul riconoscere a Città della Scienza un valore ben superiore a quello noto, che pur in mille difficoltà ha svolto: Città della Scienza era essa stessa Bagnoli.
Definire “abusiva” Città della Scienza è un’imprudente forzatura di chi non riesce o non vuole guardare alla realtà della vita civile ed è ignaro dei cambiamenti degli scenari che in questo momento storico stanno modificando profondamente lo stesso paese in cui viviamo.
Il suo ruolo va potenziato come non è successo negli ultimi anni, specialmente nel rapporto con il tessuto produttivo e scientifico della società campana dove si sono segnati ritardi e incapacità.

I firmatari di questa petizione vogliono che Città della Scienza rinasca “Com’era e dov’era”,velocemente e più forte di prima, perché è stata l’unico baluardo civico in tanti anni sprecati ed il suo valore aggiunto per la vita democratica e lo sviluppo del territorio è ben superiore a qualsiasi fazioso tecnicismo o peggio vergognosa speculazione!

Antonio Dinetti

Letter to
Sindaco della Città di Napoli Luigi De Magistris
Amministrazione Comunale di Napoli AL SINDACO DI NAPOLI
Città della Scienza va ricostruita "Com'era e dov'era" e presto