25 anni di contributi per chi fa un lavoro usurante

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


Ciao, mi chiamo Antonio, ho 49 anni e dal 1998 lavoro come manutentore elettrico all’ILVA di Taranto.
Il mio lavoro consiste nel controllo delle macchine e dove necessario eseguire lavori di ripristino della normale funzionalità delle stesse per garantire la sicurezza per chi ci lavora.

Significa 8 ore di sali scendi da gru alte più di 25​ metri con scale alla marinara e altri macchinari, portando sempre il peso della borsa degli attrezzi e dei ricambi per i ripristini.Cosa più logorante di questa fabbrica é l'aria che si respira altamente polverosa, rumore a volte assordante di macchinari in funzione, presenza ancora di amianto su vecchie gru e cabine elettriche ed in fine i rischi che si corrono ogni giorno per portare a casa uno stipendio in cambio di un po' della nostra salute e vita.

Come potrete capire la mia tipologia di lavoro rientra nella qualifica dei lavori usuranti, lavori che prevedono la possibilità di andare in pensione solo dopo 35 anni di contributi.

Con questa petizione voglio far presente al Governo che è umanamente impossibile lavorare in uno stabilimento siderurgico per più di 25 anni: sia per le condizioni di lavoro particolarmente gravose sia per la necessità di tutelare quanto più possibile la salute dei lavoratori che sono esposti ad agenti inquinanti per 8 o 9 ore al giorno.

Credo che subire tutto ciò per 25 anni sia sufficiente per poter trascorrere la vita restante in un modo dignitoso.

Chiedo quindi al Governo di rivedere l’accesso alla pensione per chi fa lavori usuranti come gli operai siderurgici e abbassare la soglia da 35 a 25 anni di contributi.