Decision Maker

Movimento 5 Stelle


Does Movimento 5 Stelle have the power to decide or influence something you want to change? Start a petition to this decision maker.Start a petition
Petitioning Silvio Berlusconi

#SALVIAMOLARICERCA: investiamo il 3% del PIL nell’innovazione

L'Italia investe pochissimo in ricerca. Gli scienziati invitano i candidati alle elezioni politiche che avverranno in Italia il prossimo 4 marzo ad impegnarsi a finanziare adeguatamente la ricerca in Italia e a portare i fondi per la ricerca a un livello superiore a quello della pura sussistenza. L'Europa chiede attualmente ai Governi di rispettare i limiti sul bilancio, ma dovrebbe con altrettanta forza pretendere dai governi nazionali una soglia minima di finanziamento alla ricerca e sviluppo, come richiesto dal trattato di Lisbona (2000) e dal Consiglio Europeo di Barcellona (2002), che la fissava al 3% del PIL per il 2010. Il Governo Italiano ha preso questo impegno non solo con l'Europa, ma anche con i cittadini Italiani e ha l'obbligo di rispettarlo. Noi richiediamo che il prossimo governo implementi con la massima urgenza un piano pluriennale per portare la spesa in Ricerca e sviluppo dall'attuale 1% fino al 3% del PIL e che lo rispetti nel futuro raggiungendo, sia pure in grande ritardo, l'obiettivo di Barcellona. I dati sui finanziamenti in ricerca e sviluppo in percentuale sul PIL collocano l'Italia agli ultimi posti tra i paesi OECD. Il Sistema Universitario Italiano è da anni sottofinanziato (il fondo di finanziamento ordinario alle università è in continua discesa dal 2009 ad oggi). I fondi per la ricerca di base italiana, distribuiti su base competitiva ai progetti scientifici che sono valutati più validi, sono dieci volte di meno di quelli della Francia. Per questo motivo 69 scienziati italiani, tra cui Giovanni Ciccotti, Duccio Fanelli, Vincenzo Fiorentini, Giorgio Parisi e Stefano Ruffo, hanno scritto una lettera, apparsa sulla autorevole rivista scientifica Nature il 4 Febbraio 2016. Firmiamo e facciamo firmare per aumentare la forza di questa richiesta! Grazie. Per approfondimenti visitate il sito web Salviamo La Ricerca  e il gruppo Facebook Salviamo la Ricerca Italiana Photo Credit Abd allah Foteih

Giorgio Parisi
187,787 supporters
Petitioning Parlamento europeo

#Vaccini Rispettare, promuovere e proteggere la libertà di scelta vaccinale in Europa.

La Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea afferma chiaramente : "Nell’ambito della medicina e della biologia devono essere in particolare rispettati: il consenso libero e informato della persona interessata, secondo le modalità definite dalla legge” [1]. Circa il 40 % dei cittadini dell'Unione Europea[2] non godono però di questo diritto fondamentale di fronte all'atto medico della vaccinazione . Questa è una violazione dei Diritti Universali dell‘Uomo. Nel 2011, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che i vaccini sono "inevitabilmente rischiosi "  [3], quindi la vaccinazione obbligatoria imposta ai cittadini non è medicalmente o eticamente accettabile, soprattutto quando non sono consentite deroghe mediche, religiose o filosofiche. EFVV ( http://www.efvv.eu ) , un gruppo che rappresenta circa 20 paesi europei ( sia dell'UE  che non UE ) chiede pertanto : 1. Che la vaccinazione obbligatoria venga abolita in Italia e in tutta Europa in quanto è una violazione dei Diritti Universali dell‘Uomo ; 2. Che l'obbligo vaccinale NON venga introdotto in alcun Paese ove attualmente i vaccini sono solo facoltativi; 3. Che in ambito vaccinale  in Europa venga applicato il principio di precauzione; 4. Che i cittadini Europei beneficino di piena libertà di scelta informata e consenso informato in ambito vaccinale; 5. Che venga istituito un sistema Europeo efficace ed  indipendente di segnalazione degli Eventi Avversi da Vaccino - European Vaccine Adverse Effect Reporting (EVAER ) - per monitorare la sicurezza dei vaccini. Un milione di firme provenienti da almeno sette paesi dell'Unione Europea garantiranno un dibattito a Bruxelles . Qualunque sia la politica del Tuo Governo , Ti preghiamo di unirti a noi firmando questa petizione e condividendola il più possibile. Nel 2016, si stima che circa 400 milioni di europei nei paesi membri dell'UE godono della libertà di scelta informata in tema di vaccinazioni ma non è così per circa 258 milioni di persone[4]. Le vaccinazioni sono obbligatorie in Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Grecia, Lituania, Ungheria, Italia, Malta, Polonia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia[5] e potenzialmente in altri paesi se nuovi membri , ad esempio: Albania, Macedonia, Montenegro, Serbia o altri ancora se aderiscono all'Unione Europea . Facciamo appello a tutti i cittadini europei affinchè siano uniti nella richiesta di una politica vaccinale unica, basata sulla libertà di scelta informata e sulla libertà di consenso informato. Chiediamo anche la formazione di una unità di vaccino-vigilanza indipendente ed efficace con risultati  trasparenti e disponibili pubblicamente. Noi crediamo che la vaccinazione obbligatoria debba essere abolita e debba essere istituito un sistema efficace di segnalazione degli eventi avversi da vaccino ( VAER ) perché: Qualsiasi trattamento medico involontario o forzato è una violazione di : - la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite; - la Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea; - la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo; - la Convenzione del Consiglio Europeo per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e della dignità dell'essere umano nei confronti dell’applicazione della biologia e della medicina : Convenzione sui diritti dell'uomo e la biomedicina; - la Carta Europea dei diritti del malato ; - Il Patto internazionale delle Nazioni Unite sui diritti civili e politici; -  e anche il Codice di Norimberga ( un insieme di principi etici di ricerca per la sperimentazione medica su esseri umani stabiliti a seguito dei successivi processi di Norimberga alla fine della seconda guerra mondiale) . La Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea afferma chiaramente: "Ogni individuo ha diritto al rispetto della propria integrità fisica e psichica"[6] . Essa afferma anche: "Nell’ambito della medicina e della biologia devono essere in particolare rispettati: il consenso libero e informato della persona interessata, secondo le modalità definite dalla legge "[7] e, infine: "Nell’ambito della medicina e della biologia devono essere in particolare rispettati: il divieto delle pratiche eugenetiche, in particolare di quelle aventi come scopo la selezione delle persone; il divieto di fare del corpo umano e delle sue parti in quanto tali una fonte di lucro."[8]. La Convenzione del Consiglio Europeo per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e della dignità dell'essere umano nei confronti dell'applicazione della biologia e della medicina afferma chiaramente: "L'interesse e il bene dell'essere umano debbono prevalere sul solo interesse della società o della scienza"[9]. Essa afferma anche: "Un intervento nel campo della salute può essere effettuato solo dopo che la persona interessata abbia dato consenso libero e informato su di esso. Questa persona deve ricevere innanzitutto una informazione adeguata sullo scopo e sulla natura dell'intervento e sulle sue conseguenze e rischi. La persona interessata può liberamente ritirare il proprio consenso in qualsiasi momento."[10] La Carta Europea dei diritti del malato afferma chiaramente: "Ogni individuo ha il diritto di accedere a tutte le informazioni che lo possono mettere in grado di partecipare attivamente alle decisioni che riguardano la sua salute. Queste informazioni sono un prerequisito per ogni procedura e trattamento, ivi compresa la partecipazione alla ricerca scientifica (4 - Diritto al consenso) "[11]. Si afferma anche: “Ogni individuo ha il diritto di scegliere liberamente tra differenti procedure ed erogatori di trattamenti sanitari sulla base di informazioni adeguate (5 - Diritto alla libera scelta)”[12] e anche "Ogni individuo ha il diritto di essere libero da danni derivanti dal cattivo funzionamento dei servizi sanitari, dalla malasanità e dagli errori medici, e ha il diritto di accesso a servizi e trattamenti sanitari che garantiscano elevati standard di sicurezza (9 - diritto alla sicurezza) "[13]. La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo afferma chiaramente: "I genitori ... hanno la responsabilità primaria per l'educazione e lo sviluppo del bambino. L'interesse superiore del minore sarà la loro preoccupazione primaria "[14]. Il Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici afferma chiaramente: "Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà ... ... di manifestare la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti "[15]. Il Codice di Norimberga afferma chiaramente: " Il consenso volontario del soggetto umano è assolutamente essenziale”[16] Le Reazioni avverse ai farmaci (ADR in inglese), che includerebbero le reazioni avverse ai vaccini (VAE), sono indicate come la quinta principale causa di morte nell'Unione europea[17], ma questo dato potrebbe essere addirittura superiore in quanto vi è la colossale sotto-segnalazione di questi eventi, come riconosciuto da David Kessler, capo della FDA per quasi tutti gli anni '90 [18], e nel caso dei vaccini, il mancato riconoscimento di un nesso di causalità è un ulteriore problema. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che i vaccini sono 'inevitabilmente a rischio'[19], La vaccinazione è un atto medico invasivo che può causare danni fisici e, come tale, ai sensi del Codice Penale Tedesco [20], richiede il consenso informato. E 'stato tuttavia confermato ufficialmente che ci sono ancora enormi lacune nelle attuali conoscenze scientifiche per quanto riguarda la vaccinazione; per cui semplicemente non è possibile fornire ampia e completa informazione preliminare. Il Foglietto illustrativo del vaccino [21] elenca molti effetti negativi possibili,  compreso a volte la morte. Finché una procedura medica comporta un rischio, se la sicurezza non può essere garantita, e se non può essere fornita una esauriente informazione preventiva, il principio di precauzione deve essere applicato. E 'stato dimostrato che in regioni ove vige la libertà di scelta informata sulla vaccinazione  si raggiungono gli alti livelli di copertura raccomandati dall’OMS, senza obbligo vaccinale.[22] Ogni paese europeo considera differentemente la responsabilità legale per i danni da vaccino, ma nella maggior parte, le autorità mediche e politiche, nonché i produttori di vaccini non sono tenuti a rispondere, lasciando le vittime senza risarcimento o supporto. Nessuna ricerca significativa è stata ancora fatta per confrontare la salute dei bambini vaccinati rispetto quella dei non vaccinati, ma ci sono un numero crescente di studi che suggeriscono che i bambini non vaccinati godono di un migliore stato di salute rispetto ai loro coetanei vaccinati[23]. Questo è un aspetto su cui sono necessarie ulteriori ricerche. Considerato tutto quanto sopra, chiediamo: 1. Che la vaccinazione obbligatoria venga abolita in tutti i paesi europei; 2. Che l'obbligo vaccinale NON venga introdotto in alcun Paese ove attualmente i vaccini sono solo facoltativi; 3. Che in ambito vaccinale in Europa, venga applicato il principio di precauzione; 4. Che in ambito vaccinale i cittadini Europei beneficino di piena libertà di scelta informata e consenso informato, un diritto Umano universale; 5. E che venga istituita un'unità di vaccino-vigilanza indipendente dove verranno segnalati gli eventi avversi da vaccino (VAEs) e il numero e la gravità di VAEs in Europa sarà facilmente accessibile a tutti. Chiediamo ai candidati alle elezioni politiche italiane di prendere ufficialmente l'impegno per la prossima legislatura di mettere in atto le richieste di questa petizione che riguardano l'Italia e di spingere queste istanze anche presso le sedi delle istituzioni europee. [1] http://www.europarl.europa.eu/charter/pdf/text_it.pdf Articolo 3 Pagina 9[2] Calcolato utilizzando http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_European_countries_by_population http://www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/DAncona_tab1.jpg[3] Bruesewitz v. Wyeth LLC, 131 S. Ct. 1068, 179 L.Ed.2d 1 (2011),  http://www.supremecourt.gov/opinions/10pdf/09-152.pdf [4] Calcolato utilizzando http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_European_countries_by_population http://www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/DAncona_tab1.jpg[5] http://www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/DAncona_tab1.jpg[6] http://www.europarl.europa.eu/charter/pdf/text_it.pdf Articolo 3 Pagina 9[7] http://www.europarl.europa.eu/charter/pdf/text_it.pdf Articolo 3 Pagina 9[8] http://www.europarl.europa.eu/charter/pdf/text_it.pdf Articolo 3 Pagina 9[9] http://www.coe.int/t/dg3/healthbioethic/texts_and_documents/ETS164_Italian.pdf Articolo 2 - Primato dell’Essere Umano[10] http://www.coe.int/t/dg3/healthbioethic/texts_and_documents/ETS164_Italian.pdf Articolo 5 - Regola Generale[11] In Italiano: http://www.tribunaledelmalato.ve.it/index.asp?cd=1621 In Inglese: a pagina 5 http://ec.europa.eu/health/archive/ph_overview/co_operation/mobility/docs/health_services_co108_en.pdf [12] In Italiano: http://www.tribunaledelmalato.ve.it/index.asp?cd=1621 In Inglese: a pagina 5 http://ec.europa.eu/health/archive/ph_overview/co_operation/mobility/docs/health_services_co108_en.pdf [13] In Italiano: http://www.tribunaledelmalato.ve.it/index.asp?cd=1621 In Inglese: a pagina 6 http://ec.europa.eu/health/archive/ph_overview/co_operation/mobility/docs/health_services_co108_en.pdf [14] http://www.minori.it/sites/default/files/Convenzione_ONU_20_novembre_1989.pdf Articolo 18[15] http://www.onuitalia.it/diritti/patti2d.html Articolo 18[16] http://www.portaledibioetica.it/documenti/000309/000309.htm[17] Arlett, Dr. Peter, Setting the Scene: New European Union Pharmacovigilance Legislation, November 2012, slide 6 - http://www.ema.europa.eu/docs/en_GB/document_library/Presentation/2013/01/WC500137839.pdf ed anche  http://who-umc.org/DynPage.aspx?id=105196&mn1=7347&mn2=7489&mn3=7248&newsid=11241[18] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16689555 [19] Bruesewitz v. Wyeth LLC, 131 S. Ct. 1068, 179 L.Ed.2d 1 (2011),  http://www.supremecourt.gov/opinions/10pdf/09-152.pdf [20] http://dejure.org/gesetze/StGB.html, §§20 and 223 - 231[21] http://www.vaccinesafety.edu/package_inserts.htm [22] Ad esempio, copertura del 97% in Scozia:http://www.isdscotland.org/Health-Topics/Child-Health/publications/index.asp [23] http://www.vaxchoicevt.com/science/studies-comparing-vaccinated-to-unvaccinated-populations/, http://www.efi-online.de/wp-content/uploads/2014/10/VaccineFreeChildrenHealthier.pdf e http://www.vaccinationcouncil.org/quick-compare-2/

Nicoletta Protti
232,036 supporters
Closed
Petitioning Matteo Renzi

#EmergenzaImmigrazione: l'Europa non resti a guardare

  In Europa, i flussi migratori, questione strutturale e planetaria, gravano quasi solo sulle spalle di un Paese: l'Italia.Nei fatti, con la non accettazione dell'apertura dei porti di altre Nazioni europee a migranti che ogni giorno vengono spinti in mare dalla disperazione e dalla fame, l'Europa sta ponendo fine ai suoi concetti fondanti di solidarietà. Trovo aberrante che l’Europa non stia adottando una strategia e un piano comune per affrontare il problema migratorio e lasci invece soli Paesi come l’Italia.L’Europa non può continuare a contare le vittime stando a guardare. Il Trattato di Dublino, secondo il quale la responsabilità dell’asilo è del Paese di primo sbarco, non funziona. Tutti i Paesi dell'Unione europea dovrebbero garantire l’accesso alla procedura di richiesta d’asilo! Come italiani dobbiamo farci sentire: il Trattato di Dublino deve cambiare e la responsabilità del problema migratorio deve essere distribuita a livello europeo.Chiediamo a tutti i candidati delle elezioni che avverranno in Italia il prossimo 4 marzo, di impegnarsi affinchè in futuro si pretenda dall’Europa equità e giustizia su questo tema. Chiariteci la vostra posizione e quale sarà il vostro impegno in merito, una volta che salirete al Governo.Lo chiediamo per noi italiani, che siamo sotto pressione; lo chiediamo per i migranti, che continuano a morire in mare, ad essere vittime del business del traffico umano, ad essere bloccati in Italia in condizioni di disagio.

Donato Russo
59,487 supporters
Petitioning Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Partito Democratico, Facebook, Lega , Fratelli D'Italia, +Europa , Liberi e Uguali

REGOLE SOCIAL per non morire d'insulti

Mi chiamo Riccardo Pirrone e sono un Social Media Strategist, molti di voi avranno forse visto le mie campagne per TAFFO FUNERAL SERVICES. Lavoro da anni sui social e sono ormai abituato al registro linguistico usato online. Gioco con l’ironia e l’irriverenza ogni giorno, ma ho notato, negli ultimi anni, un tasso di violenza verbale, mai visto prima. A chi non è mai capitato di ricevere commenti offensivi sui social? Praticamente a tutti. Ormai siamo abituati a parole come Shitstorm, revenge porn, cyber-bullismo con conseguenti violenze verbali, violazioni della privacy e discriminazioni.Spesso si ha la percezione che le parole scritte sui social non abbiano delle effettive ripercussioni sulla vita reale, ma i casi di cronaca ci insegnano ogni giorno il contrario.  Oggi gli utenti si sentono legittimati ad esprimere il proprio punto di vista utilizzando forme verbali volgari e violente, nascondendosi dietro una tastiera ed è qui che i Social Media Manager dovrebbero intervenire per educare l’utente e far comprendere a tutti, che i social non possono essere considerati una valvola di sfogo. La buona “educazione” in rete non è disciplinata da nessuna legge. Per questo vi chiedo di firmare questa petizione affinché coloro che amministrano le pagine social dei partiti politici in primo luogo e/o profili istituzionali inseriscano una NETIQUETTE di comportamento che disciplini il linguaggio e che serva da monito per instaurare un dialogo costruttivo e rispettoso. Secondo la definizione fornita da Wikipedia, “La netiquette è un insieme di regole che disciplinano il comportamento di un utente di Internet nel rapportarsi agli altri.” Fornisco a tutti ed in prima battuta ai destinatari della petizione una NETIQUETTE “copia/incolla” da inserire nei propri profili social, io farò lo stesso sul mio profilo e sulle pagine social di TAFFO FUNERAL SERVICES NETIQUETTE Saranno cancellati i commenti con attacchi personali di qualsiasi tipo. Saranno rimossi commenti discriminatori in ragione di razza, religione, età, orientamento sessuale, lingua e nazionalità. È vietato condividere contenuti che mettano a rischio la privacy o la sicurezza di altre persone. Saranno rimossi commenti che utilizzino un linguaggio volgare e offensivo. In casi gravi l’utente sarà bannato e segnalato a Facebook – Instagram – Twitter e/o autorità competenti.  Vi chiedo di firmare e condividere la petizione, per avviare un processo educativo a partire dalla politica e magari poi "normativo" per non morire d'insulti.#NETIQUETTESOCIAL

Riccardo Pirrone
56,487 supporters
Petitioning Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Luigi Di Maio, Matteo Salvini, Beatrice Lorenzin, Raffaele Fitto, Emma Bonino, Giorgia Meloni, Pietro Grasso, Partito Democratico, Forza Italia, Movimento 5 Stelle,...

#vacciniAMO i nostri figli

Mi chiamo Pasquale Ferrante, sono un virologo e Professore Ordinario dell’Università degli Studi di Milano e sono profondamente preoccupato per il pericoloso disinteresse verso i vaccini che si sta diffondendo in Italia. Movimenti di opinione - di cui fanno parte anche professionisti dell’area sanitaria - dichiarano la pericolosità dei vaccini, che non è importante vaccinare i bambini o i giovani adulti in quanto non ci sono più rischi di malattia, basandosi su un concetto privo di fondamento ovvero che le malattie infettive sono scomparse o che non sono più pericolose. Per citare un dato, nel 2017 l’Italia è stato il secondo Paese europeo per casi di morbillo, dopo la Romania (5004 casi - fonte: European Centre for Disease Prevention and Control). L’87% dei casi di cui è noto lo stato vaccinale si è verificato in persone non vaccinate e l’8% in persone vaccinate con una sola dose. Il morbillo rischia di diventare di nuovo un problema per la salute e la vita dei cittadini, bambini ed adulti. Nel 1983 io e il mio team stavamo cercando la cura per una rara malattia neurologica e fu così che, in un paesino lungo il fiume Serio, incontrai la mamma di una bambina di circa 11 anni. Avevo già conosciuto altri genitori, disperati per questa misteriosa malattia che aveva colpito e poi, nel giro di pochi mesi, ucciso un loro figlio. Mi raccontò che la sua bambina era stata fino ad un anno prima sana, vivace ed intelligente, e che poi un giorno, mentre tornavano dalla spesa, la piccola senza dire nulla aveva lasciato a terra la busta che aveva in mano e si era allontanata senza una meta e senza reagire ai richiami della mamma. Da allora si era progressivamente aggravata, fino a ritrovarsi in fin di vita nel suo letto: purtroppo non c'erano cure efficaci. Spiegai alla signora che la malattia era dovuta al morbillo, una cosa che sembrava impossibile alla mamma perché sua figlia aveva avuto il morbillo all’età di 12 mesi e ne era guarita. Ma in rari casi, come il suo, il virus del morbillo dopo l'infezione acuta si nasconde nel cervello e dopo circa 10 anni si riattiva provocando la PanEncefalite Sclerosante Subacuta (PESS), malattia drammatica e fatale. La vaccinazione antimorbillo che fu introdotta nel nostro paese in quel periodo portò alla scomparsa quasi completa della PESS, e salvo rari casi in bambini non vaccinati, non abbiamo più avuto casi. Si può calcolare senza ombra di dubbio che in 30 anni dall'inizio della vaccinazione abbiamo salvato da questa malattia rara 1800 bambini. Con l'aiuto dei vaccini abbiamo eradicato il vaiolo, una malattia spesso letale che uccideva tantissimi soggetti. Ma lo stesso si può dire della poliomielite che nella sola Italia a partire dalla seconda guerra mondiale provocava la paralisi o la morte in circa 5000-7000 bambini all'anno. Le vaccinazioni sono un'arma efficacissima contro le malattie infettive ed è irragionevole non praticarle quando sono disponibili. Le eventuali rare complicanze da vaccino sono davvero non paragonabili per frequenza e gravità ai danni provocati dalle malattie che si prevengono con i vaccini stessi. Il fatto che, grazie ai vaccini, malattie infettive spesso mortali non si osservano da decenni ha ingenerato in molti l'idea che esse non siano più pericolose e che ci si può non vaccinare perché non c'è rischio di ammalarsi. I virus ed i batteri ai quali impediamo di creare danni nei bambini con le vaccinazioni non sono scomparsi ma continuano a circolare nella popolazione e se non ci si vaccina ci si ammala e si possono avere gravi problemi. La mancata conoscenza di queste informazioni ha portato molti a non vaccinare i propri figli e ha spinto molti governi dei paesi occidentali a rendere obbligatorie le principali vaccinazioni o a regolamentare l'accesso ad asili e scuole scolastiche, ai bambini non vaccinati per proteggere loro ed i loro compagni. Sulla base di tutto questo noi chiediamo a tutte le forze politiche e soprattutto a quelle che si candidano a governare il nostro paese nel futuro prossimo di assumersi l'impegno: di continuare la lotta contro le malattie infettive in particolare dei bambini anche e soprattutto facendo prevenzione con i vaccini; a tenere fermi i capisaldi delle attuali leggi sui vaccini e di destinare a queste tutte le risorse necessarie per un’efficace applicazione; di promuovere in modo chiaro, lineare, e senza posizioni preconcette, la conoscenza della storia di queste malattie, della loro pericolosità e dei vantaggi per la salute che si ottengono vaccinandosi; di mettere a disposizione le adeguate risorse economiche e di personale perché i cittadini siano informati in modo più puntuale su queste problematiche (sulle quali sembra essere diventato veramente difficile orientarsi attraverso i media); di non parlare dei vaccini solo per alimentare il dibattito elettorale.

Pasquale Ferrante
53,079 supporters
Petitioning Luigi Di Maio, Matteo Salvini, Movimento 5 Stelle

ABROGHIAMO L’ARTICOLO 560 (legge 119/2016 Boschi-Renzi) : INUTILE, INGIUSTO ED EFFERATO!

ABROGHIAMO L’ARTICOLO 560 (legge 119/2016  Boschi-Renzi) : INUTILE, INGIUSTO ED EFFERATO! ---------------------------------------------------------------------------------------------------- *** Aggiornamenti 07.01.2019 *** Il senatore Paragone con estrema chiarezza riprende gli obiettivi che ci siamo dati con questa petizione e rivolge un appello al governo e in particolare al vice Primo Ministro Luigi di Maio perché finisca questo scempio degli sloggi autorizzati dai decreti Renzi boschi e fortemente combattuti da coloro che adesso sono al governo.Firmate, diffondete, fate firmare la petizione per fermare questa pratica inutile e crudele. filmato YouTube: https://youtu.be/32HBMQAWsrw ---------------------------------------------------------------------------------------------------- *** Aggiornamenti 22.12.2018 *** Sergio Bramini durante una trasmissione su La7 ha lanciato un appello perché durante la stagione fredda, perlomeno fino al 31 marzo, siano bloccati tutti gli sloggi resi possibili dal crudele articolo 560, modificata  ulteriormente in peggio dai decreti Renzi Boschi. Chiede in particolare al ministro dell’Interno Salvini, il cui partito aveva votato contro i decreti Renzi Boschi di non concedere la forza pubblica per gli sloggi perlomeno fino al 31 marzo. al ministro della Giustizia Bonafede, che aveva votato contro i decreti Renzi Boschi, di superare le sue esitazioni e i cattivi consigli che riceve e presentare, con coraggio e coerenza con i principi del M5S, una legge finalmente equilibrata nei diritti tra creditori e debitori. filmato YouTube: https://youtu.be/wanQHa41kHs ---------------------------------------------------------------------------------------------------- *** Aggiornamenti 12.07.2018 *** "Al fine di rendere maggiormente appetibili le case di famiglia, in cui la presenza di bambini o anziani potrebbe allontanare qualche acquirente, il giudice dell’esecuzione può disporre sin da subito la liberazione dell'immobile pignorato". Questo ai sensi dell’art. 560 c.p.c. legge 119/2016 (Boschi-Renzi). Questa norma, oltre ad essere incostituzionale, ha fortemente contribuito a deprimere il valore delle abitazioni, togliendo ogni difesa alle famiglie e, come risulta dai dati delle esecuzioni sulle case di famiglia del 2017, facendo guadagnare gli speculatori più di quanto recuperino le banche. Nei prossimi 6-8 mesi saranno sfrattate 500.000 famiglie, molte applicando questo crudele e iniquo articolo. Speculatori e gestori delle aste si dividono 60.000,00 euro per ogni casa di famiglia svenduta. La dignità delle persone e delle famiglie deve essere più importante della "roba". Vale la pena ricordare lo sgombero forzato dell’imprenditore monzese Sergio Bramini e come una legge iniqua abbia deciso di strappare la casa di proprietà a una famiglia che vanta un credito di quattro milioni di euro verso la pubblica amministrazione. Pubblica amministrazione che, però, si è ben guardata dall’ammettere le proprie responsabilità e ha preferito dare in pasto alle banche Bramini. E come lui, tanti altri che sono costretti a vedersi strappare l’abitazione per colpa di una burocrazia deficiente – nel senso che manca di ogni buonsenso – che strangola i cittadini. L’art. 560 c.p.c. (legge 119/2016  Boschi-Renzi) va abolito immediatamente con un intervento chirurgico! filmato YouTube: https://youtu.be/pdzOZbJSn5A ----------------------------------------------------------------------------------------------------  

Sergio Bramini
51,016 supporters
Closed
Petitioning Luciano D'Alfonso, Partito Democratico, Forza Italia, Movimento 5 Stelle, Liberi e Uguali

Continuazione dell'esperimento SOX nei Laboratori INFN del Gran Sasso (Abruzzo)

TESTO IN ITALIANO (ENGLISH BELOW): Recentemente è stata approvata all'unanimità dalla commissione Attività produttive del consiglio regionale abruzzese una risoluzione per bloccare l'esperimento SOX (Short distance neutrino Oscillations with BoreXino), in corso di preparazione nei Laboratori INFN del Gran Sasso. La mozione ha fatto seguito a una sfortunata campagna di non corretta informazione, che ha coinvolto associazioni ambientaliste locali, a cui purtroppo una nota trasmissione televisiva (Le Iene) ha offerto risalto mediatico. Secondo questa campagna, l'esperimento costituirebbe un pericolo ambientale, in particolare di contaminazione nucleare delle sorgenti acquifere. Come successivamente spiegato in più di una occasione dai rappresentati INFN e infine comunicato con una apposita nota stampa (https://www.lngs.infn.it/en/news/nota-stampa-28-11) queste accuse sono infondate, in quanto l'esperimento non prevede l'innesco di una reazione di fissione nucleare [si legga anche l'articolo de IlPost http://www.ilpost.it/2017/11/27/sox-gran-sasso-le-iene/ che offre un riepilogo della vicenda].  L'esperimento utilizza una sorgente radioattiva composta di scorie nucleari, sigillata all'interno di un contenitore di tungsteno nichel e ferro, spesso 19 centimetri e pesante 2 tonnellate. Questo contenitore scherma le radiazioni nucleari e lascia passare all'esterno solo i neutrini, che sono appunto l'unico oggetto di studio dell'esperimento. Questo contenitore, che non può essere aperto manualmente, è realisticamente indistruttibile. È resistente fino ad una temperatura di 1500 gradi centigradi. Neppure un terremoto potrebbe causarne l'apertura, senza considerare che le strutture dei Laboratori del Gran Sasso sono rigorosamente antisismiche. Per essere molto chiari: qualunque ipotesi di distruzione del contenitore coinvolgerebbe eventi che, oltre ad essere non realistici, renderebbero il pericolo della liberazione della sorgente radioattiva non significativo al confronto. L'esperimento non è stato tenuto segreto, ma anzi ha ricevuto tutte le autorizzazioni previste dalla legge. Noi riteniamo incomprensibile che il lavoro delle persone che hanno preparato l'esperimento, durato vari anni e su cui hanno investito le proprie carriere, debba essere rovinato senza che ve ne siano le ragioni scientifiche. Noi riteniamo che la paura debba essere contrastata con la corretta informazione scientifica, e che la corretta informazione scientifica debba sempre prevalere sulla paura. Noi CHIEDIAMO IL RISPETTO per il lavoro dei tecnici, dei ricercatori scientifici e di tutto il personale INFN, che non deve essere messo in discussione e in pericolo da una campagna di non corretta informazione basata soltanto sulla paura. Per queste regioni, chiediamo al Presidente della Regione Abruzzo di confermare l'autorizzazione dell'esperimento.  ENGLISH TEXT: Recently, the committee for Productive activities of theAbruzzo Regional Council has approved a resolution to block the SOX experiment (Short Distance Neutrino Oscillations with BoreXino), which is under preparation at Gran Sasso's INFN Laboratories.The motion followed an unfortunate campaign of incorrect information, involving local environmental activists associations, which unfortunately a well-known TV show (Le Iene) offered media coverage. According to this campaign, the experiment would be an environmental hazard, in particular nuclear contamination of aquatic sources.As later explained on more than one occasion by INFN representatives and finally communicated with a special press release (https://www.lngs.infn.it/en/news/nota-stampa-28-11) these allegations are unfounded, since the experiment does not provide for the initiation of a nuclear fission reaction [see also IlPost's article http://www.ilpost.it/2017/11/27/sox-gran-sasso-le-iene / offering a summary of the story].The experiment uses a radioactive source composed of nuclear waste, sealed inside a nickel-iron-tungsten container, 19 centimeters thick and 2 tons heavy. This container shields nuclear radiation and lets out only the neutrinos, which are the only object of the experiment.This container, which can not be opened manually, is realistically indestructible. It is resistant to a temperature of 1500 Celsius degrees. Even an earthquake could not cause its opening, without considering that the structures of the Gran Sasso Laboratories are strictly anti-seismic.To be very clear: any conceivable destruction of the container would involve events that, in addition to being unrealistic, would make the release of the radioactive source not significantly dangerous in comparison.The experiment was not kept secret, but in fact received all the permits provided by law.We find it unintelligible that the work of people who prepared the experiment, which lasted several years and on which their careers have been invested, must be ruined without any scientific reason.We believe that fear must be countered by proper scientific information, and that correct scientific information must always prevail over fear.We ASK FOR RESPECT for the work of technicians, scientific researchers and all INFN staff, which should not be questioned and endangered by an incorrect information campaign based only on fear.For these reasons, we ask the President of the Abruzzo Region to confirm the authorization of the experiment.

Costantino Pacilio
49,270 supporters
#Fermiamolacorruzione, colpiamola sul piano finanziario

La corruzione è un cancro da debellare con tutte le nostre forze. Ricordiamo che la corruzione ci costa miliardi e miliardi di euro l'anno e uccide le speranze delle future generazioni. Contrastarla seriamente è uno dei principali obiettivi del MoVimento 5 Stelle. Ed è per questo che vogliamo potenziare l'utilizzo delle intercettazioni, anche quelle informatiche, e scovare i reati di corruzione. Prevediamo di introdurre il DASPO (cioè l'interdizione perpetua dai pubblici incarichi) per tutti i condannati in via definitiva per reati di corruzione. Vogliamo aumentare le pene per tutti i reati di corruzione e contro la PA e vogliamo estendere l'agente sotto copertura ai reati di corruzione. E' necessario, inoltre, aggiornare il reato di autoriciclaggio attraverso l'eliminazione della clausola di esclusione della punibilità nei casi di mera utilizzazione o godimento personale del denaro proveniente da altri illeciti. Vogliamo modificare il 416 ter sul voto di scambio politico - mafioso ed eliminare l'attuale previsione secondo la quale il reato è da escludere sempre, qualora non vengano provati i cd metodi intimidatori tipici mafiosi (la mafia non usa più il sangue, si è trasformata). Anche le funzioni dell'ANAC devono essere potenziate, così come si rende necessaria una legge che renda incandidabili i politici che hanno subito condanne. Inoltre bisogna dire stop a indulti, amnistie, depenalizzazioni e leggi ad personam e costruire, invece, nuove carceri. Infine bisogna prevedere il sequestro e la confisca di tutti i beni dei condannati per corruzione.

2 years ago
#BastaVitalizi, basta privilegi

Il tema dei vitalizi, e più in generale quello dei costi della politica, è un'esclusiva del M5S che i partiti hanno provato a intestarsi senza successo. Ancora oggi un parlamentare va in pensione a condizioni molto più favorevoli di un normale cittadino: dopo 5 anni di Parlamento scatta la pensione a 65 anni e dopo 10 addirittura a 60. Basta privilegi, di qualsiasi tipo. I parlamentari del M5S hanno deciso di tagliarsi spontaneamente metà dell'indennità percepita e la parte di diaria non spesa. In questo modo abbiamo aumentato il fondo per il microcredito alle imprese di oltre 23 milioni di euro, contribuendo a finanziare più di 7.000 microimprese e a creare oltre 18.000 nuovi posti di lavoro. Siamo l'unica forza politica credibile sull'uso parsimonioso dei soldi pubblici, per una semplice ragione: siamo cittadini normali che dopo massimo due mandati politici tornano alla loro vita.

2 years ago
#EmergenzaImmigrazione: l'Europa non resti a guardare

Il Trattato di Dublino è il principale ostacolo ad una gestione solidale del fenomeno migratorio tra i paesi europei. Senza rivedere questo accordo, che impone al paese di prima ospitalità di tenersi tutti gli immigrati, l'Italia è condannata a veder aumentare sia l'ostilità verso il progetto europeo che quella verso gli stessi migranti, vittime di un sistema molto più grande di loro. Il problema è che i flussi migratori fanno gola anche a gruppi di interesse nazionali, fra i quali alcune grosse cooperative che lucrano ingenti profitti a partire dai soldi pubblici erogati per l'accoglienza dei migranti. Dublino è stato approvato per la prima volta da un governo di centro-destra che includeva anche la Lega e poi, nel 2013, dal governo Letta, di centro-sinistra. Se andrà al governo il M5S porterà il tema della revisione del trattato di Dublino in Europa con grande determinazione, così come farà con il Fiscal Compact. Immigrazione e rilancio della spesa produttiva sono i due più grandi nodi che devono essere sciolti a livello continentale per rilanciare l'Europa dei popoli e della democrazia.

2 years ago