Il bike sharing a Roma è pronto. Sindaca Raggi: procediamo!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Egr. Sindaca Raggi,


Roma è l’unica grande capitale europea priva di un servizio di bike sharing cittadino. In passato ci sono stati esperimenti di bike sharing a Roma, il primo dei quali, gestito da una multinazionale, dimostrò di poter funzionare ma poi, affidato ad ATAC, piano piano fu dismesso. Recentemente a Roma si è provato anche il sistema a flusso libero ma, come accaduto in molte altre realtà, i problemi sono stati superiori al pur grande apprezzamento da parte degli utenti.


Fin dal suo insediamento come Sindaca di Roma lei ha avuto a disposizione la possibilità di fornire la città di un sistema di bike sharing tradizionale pagato dagli impianti pubblicitari, un sistema simile a quello in vigore da anni in tante altre grandi realtà europee, dove ha dimostrato di funzionare egregiamente. La riforma degli impianti pubblicitari, approvata dall’Assemblea Capitolina nella scorsa legislatura con il deciso contributo del suo gruppo, al tempo all’opposizione, prevede infatti che una parte degli impianti siano dedicati a finanziare il bike sharing cittadino, come avviene, ad esempio, a Parigi, dove il sistema ha compiuto lo scorso anno i 10 anni ed è stato confermato e rilanciato. 
Tale riforma è pronta per essere attuata, grazie anche agli atti posti in essere durante il suo mandato, essendo il prossimo passo l’emanazione dei bandi per assegnare gli impianti alle ditte pubblicitarie.


Con questa petizione le chiediamo di non perdere ulteriore tempo e dare immediato mandato agli uffici competenti affinché i bandi vengano pubblicati così che nel giro di pochi mesi Roma possa avere un servizio di bike sharing a livello delle altre grandi capitali europee.