Giù le mani dal capotreno Trenord

0 have signed. Let’s get to 200!


«I passeggeri sono pregati di non dare monete ai molestatori. Scendete perché avete rotto. E nemmeno agli zingari: scendete alla prossima fermata, perché avete rotto i c...». A causa di questa frase, evidente segno di esasperazione dovuta alle continue molestie alle quali operatori e viaggiatori sono esposti, la capotreno che ha pronunciato la frase incriminata rischia il licenziamento o un provvedimento disciplinare. La donna messa alla berlina dai soliti delatori del pensiero unico  politicamente corretto, ha detto quello che tutti i pendolari pensano ed ha agito in difesa di coloro che quotidianamente non solo pagano regolare biglietto, ma che sono oggetto di molestie e minacce da parte dei soliti noti. Questa lavoratrice ha difeso chi come lei è vittima di quotidiani soprusi, adesso tocca a noi difendere lei !