RICHIESTA DI DEVIAZIONE DEL TRAFFICO PESANTE DALLA SS16 KM 313.904

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


PETIZIONE POPOLARE- PER LA RICHIESTA DI DEVIAZIONE DEL TRAFFICO PESANTE , OVVERO PER I MEZZI SUPERIORI ALLE 7,5 TONNELLATE DALLA SS16 KM 313.904

I sottoscritti titolari dei diritti di partecipazione rivolgono la seguente petizione al Sindaco, al Consiglio Comunale, nonché a tutti gli Enti competenti:

 Premesso

Che in data 26 giugno 2018 il Comitato Salute ed Ambiente di Osimo Stazione ed Abbadia ha organizzato un incontro pubblico dove all’unanimità è stato deciso di presentare una petizione popolare per richiedere la deviazione del traffico pesante nonché attenzione alla sicurezza stradale di tutta la frazione;

Che la frazione di Osimo Stazione sorge lungo la strada statale SS16 e pertanto sottoposta ad un elevatissimo traffico di veicoli di ogni sorta, e benché sia stato ripristinato il cavalcavia 167 che collega la città di Castelfidardo con Camerano, il traffico veicolare lungo la SS16 Osimo Stazione al Km 313,904 è ancora molto elevato;

Che negli ultimi mesi si sono registrati diversi incidenti stradali con investimenti di pedoni, molte volte con gravi conseguenze di cui alcuni anche mortali;

 Che i veicoli e Tir che attraversano il centro abitato lungo la SS16 Osimo Stazione al Km 313,904  spessissimo procedono nella loro marcia eccedendo  quelli che sono i limiti di velocità consentiti al traffico urbano, mettendo a serio rischio  l’incolumità dei pedoni e degli automobilisti stessi;

 Che non appare sufficiente, per garantire la sicurezza di pedoni e degli automobilisti stessi,  l’imposizione del limite di velocità di 50 Km orari su una strada che, come detto sopra, si presta ad essere attraversata anche ad alte velocità;

 Che è obbligo di qualsiasi istituzione pubblica preposta al governo dei cittadini assicurarne la tutela della salute e l’incolumità fisica, in quanto diritti costituzionalmente garantiti;

Considerato

 Che la possibilità per deviare il traffico pesante dei mezzi al di sopra di una certa portata, ci sono, infatti gli stessi possono essere deviati verso la strada Provinciale Cameranense da imboccare all’Aspio dalla Direttissima del Conero , per coloro che transitano dalla direzione Nord verso Sud oppure dal nuovo cavalcavia 167 Castelfidardo/Camerano, per chi viaggia provenendo dalla direzione Sud verso Nord. Da prendere in seria considerazione anche la deviazione dei Tir in autostrada nel tratto Ancona Sud /Portorecanati , al fine di bypassare completamente il centro abitato della frazione di Osimo Stazione.

Che non solo la SS16 al Km 313,904   ha problemi di viabilità e sicurezza, ma l’eccessivo traffico, in determinate fasce orarie , costringe gli automobilisti a percorrere strade urbane alternative, secondarie che passano all’interno della frazione in questione, non tarate a supportare tanto carico, rovinando così tutto il manto stradale  e rendendole sempre meno sicure sia per l’automobilista,  sia per i  pedoni ,  che camminano lungo le vie della frazione, un caso è via Fontanelle dell’Abbadia.

Che per quanto predetto, sono da ritenersi  indispensabili interventi che facilitino l’attraversamento dei pedoni in tutta la frazione e dove  siano indispensabili occorre provvedere al rifacimento delle strisce pedonali e dove  non  regolate da semaforo, vanno evidenziate con chiarezza, anche  facendo  ricorso ad innovativi sistemi di sicurezza quali possono essere le  strisce in  3D,  o attraversamento con dosso, o illuminate, al fine di indurre l’automobilista a rimanere a dovuta distanza dal pedone.

Che la frazione di Osimo stazione per l’alta densità di traffico pesante è sottoposta ad un forte inquinamento ambientale concausa di polveri sottili, particelle talmente piccole da insinuarsi nei nostri polmoni fino ad accumularsi nel sangue e danneggiare irreparabilmente il nostro organismo, come debitamente documentato anche da esperti, dopo la lettura dei primi dati Arpam dello scorso febbraio 2018, senza sottovalutare l’inquinamento acustico che ne deriva.

 Chiedono

 Un impegno da parte dell’Amministrazione a farsi parte attiva di fronte a tutti gli Enti competenti affinché si possa:   

-          deviare il traffico pesante verso la strada Provinciale Cameranense da imboccare all’Aspio dalla Direttissima del Conero , per coloro che transitano dalla direzione Nord verso Sud oppure dal nuovo cavalcavia 167 Castelfidardo/Camerano, per chi viaggia provenendo dalla direzione Sud verso Nord, considerando anche l’ipotesi di deviare i Tir in Autostrada nel tratto Ancona Sud /Portorecanati , al fine di bypassare completamente il centro abitato della frazione di Osimo Stazione;
-          limitare o bloccare il traffico per i mezzi superiori alle 7,5 tonnellate nella SS16 km 313,904 , con un’ordinanza, come prevede L’articolo 6 e 7 della Regolamentazione della circolazione nei centri abitati, nonché  la realizzazione di interventi sulle strade per quanto riguarda la sicurezza per i pedoni mediante dispositivi che possano in qualche modo essere limitatori di velocità;
-          intervenire in maniera adeguata con una  segnaletica stradale , sia verticale che orizzontale,  in tutta la frazione, non solo sulla SS16, per i motivi sopra esplicitati;
-         intervenire con una adeguata illuminazione stradale sfruttando le nuove tecnologie;
-          attivare una programmazione di interventi mirata alla sicurezza stradale ed allo snellimento della viabilità al fine di superare le problematiche sopra descritte che quotidianamente soffrono i cittadini della frazione di Osimo stazione e non solo;



Oggi: comitato salute e ambiente conta su di te

comitato salute e ambiente Osimo stazione abbadia ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "SINDACO OSIMO: RICHIESTA DI DEVIAZIONE DEL TRAFFICO PESANTE DALLA SS16 KM 313.904". Unisciti con comitato salute e ambiente ed 308 sostenitori più oggi.