STOP A PROGRAMMI TV IN CUI SI PROMUOVONO ATTIVITÀ E INTERAZIONI CON ANIMALI SELVATICI

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Chiediamo ai Canali Televisivi Italiani di imporre un filtro maggiore nella riproduzione di video e servizi che mostrino l’interazione e le attività con gli animali selvatici, fino ad una totale assenza di questi.
Questo, per quanto possa sembrare un’azione minima, è in realtà fondamentale in una grande opera di educazione e divulgazione verso una sensibilizzazione maggiore nel rispetto degli animali selvatici.


Interagire con gli animali selvatici
è un’azione esclusivamente a vantaggio dell’Uomo, che priva l’animale della sua autonomia e del suo benessere specie-specifico, soffocando i suoi bisogni, istinti e le necessità Naturali.
Un animale selvatico, anche dopo molte generazioni di allevamento, rimane selvatico, si tratta solo di un individuo addomesticato, ma la sua Natura, la sua genetica e la sua evoluzione rimangono di un animale selvatico. Per questo ogni minima umanizzazione, ogni forma di addestramento o abituazione all’Uomo significano per l’animale una grande sofferenza e soprattutto una forte mancanza di etica e di amore verso gli animali.

Non è raro, purtroppo però, poter vedere in programmi e rubriche Televisive, video e servizi giornalistici che sponsorizzano, pubblicizzano e mostrano come se fosse del tutto normale l’interazione, l’addestramento e le attività anti-etiche con gli animali selvatici.
Questi programmi molto diseducativi, è stato scientificamente dimostrato che deviano nel pubblico la percezione del rispetto, della tutela e della conservazione delle specie a rischio d’estinzione, oltre a favorire azioni illegali quali il bracconaggio e la detenzione di animali selvatici a casa.

  •  CHI E COSA:


In nome di Eticoscienza, Associazione ambientalista di Etologia Etica e benessere animale, altresì come portavoce della RWIA – Alleanza internazionale fondata per tutelare il rispetto degli animali selvatici, tra i cui membri sono presenti il professore emerito Marc Bekoff, ARDEA, SAASA South Africa Association Sanctuary Alliance, e Keep the Planet, di cui è Eticoscienza rappresentante, chiediamo ufficialmente un’attenzione maggiore, nonché una drastica diminuzione della riproduzione di video e programmi TV che sponsorizzino attività e interazioni tra Uomo e Animali selvatici.

  • PERCHÉ?

Trasmettere servizi e video in cui si vengono promosse attività e interazioni con animali selvatici, la detenzione di questi, l’umanizzazione di animali, pubblicizzare centri e strutture in cui è spettacolizzato l'ammaestramento degli animali selvatici e promuovere quindi l'interazione con questi è stato scientificamente dimostrato essere fortemente diseducativo e insano sia psicologicamente che socialmente, da numerosi ricercatori, psicologi, antropologi e biologi. 
La percezione che il pubblico ha dello stato di conservazione e pericolo d'estinzione degli animali selvatici viene fortemente influenzata dalle immagini che vengono trasmesse dai Media ed è stato scientificamente dimostrato che più vengono promosse immagini di animali selvatici umanizzati, visti come animali domestici, addestrati, spettacolizzati, meno il pubblico percepisce il rischio di estinzione e il bisogno di conservazione di queste specie
Scientificamente è stato dimostrato, inoltre, che azioni illegali come la detenzione di animali selvatici a casa, il bracconaggio e l'acquisto di specie a rischio di estinzione sono fortemente influenzate da immagini mediatiche che mostrano gli animali selvatici come “amici degli Uomini”, animali antropomorfizzati, obbligate interazioni con l'Umano, animali selvatici ridicolizzati e spettacolizzati o tenuti come domestici.

Articoli scientifici a riguardo: 
(www.informalscience.org/news-views/impact-media-public-perceptions-wildlife - http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371%2Fjournal.pone.0182368 https://ourarchive.otago.ac.nz/bitstream/handle/10523/1615/AdcroftJE2011MSciComm.pdf?sequence=1 -  http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371%2Fjournal.pone.0026048 http://researchrepository.murdoch.edu.au/id/eprint/25439/ - http://journals.sagepub.com/doi/abs/10.2466/pr0.1990.67.3.807

Articoli di divulgazione a riguardo: 
(http://theconversation.com/stop-portraying-wild-animals-as-cuddly-companions-and-potential-pets-57996 -www.psychologytoday.com/us/blog/animal-emotions/201001/animals-in-media-righting-the-wrongs - https://news.mongabay.com/2010/12/the-secrets-of-animal-tv-many-nature-shows-rely-on-unethical-tactics/ -

  • UN PO’ DI SCIENZA PER CAPIRE MEGLIO:

Gli animali selvatici, indipendentemente dalle generazioni in cui si trovano in cattività, sono geneticamente, etologicamente e tassonomicamente selvatici, ma gli individui, avendo subito processi di umanizzazione, sono -Addomesticati- sono stati quindi resi docili, privati della loro Naturale indole ad evitare l'Uomo e diventati ammansiti: ma non sono domestici (come lo sono il cane , il cavallo e la gallina).
Per garantire loro il benessere di Wellbeing specie-specifico studiato attraverso l'etogramma scientifico, non è consentita alcuna forma di interazione con l'Umano, che in questo modo viola le necessità etologiche ed evolutive dell'animale.
Eticamente, oltretutto, è fortemente immorale ammaestrare e umanizzare l'animale, rendendolo dipendente dall'Uomo e soffocando quindi ogni istinto innato e ogni forma Naturale di selvaticità.
 

  • COSA CHIEDIAMO DUNQUE:


Con la presente vi comunichiamo, come RWIA e come ETICOSCIENZA dunque il nostro totale dissenso verso ogni forma e divulgazione diseducativa che promuova l'interazione tra animali selvatici ed Umani e vi chiediamo di poter porre in futuro una maggior attenzione verso i contenuti diseducativi che video, immagini e servizi giornalistici possono trasmettere al pubblico.
Auspichiamo quindi una diminuzione drastica di immagini e video che pubblicizzino e sponsorizzino l'interazione tra Uomo e Animali Selvatici, prediligendo invece una promozione etica e divulgativa del sano rapporto tra Uomo e Animali Domestici, nonché una divulgazione e sensibilizzazione indirizzata al giusto rapporto con la Natura, al rispetto degli animali, sensibilizzando ad una consapevolezza dei limiti, delle differenze e della selvaticità.

Chiara Grasso - President Eticoscienza (chiaragrasso.eticoscienza@gmail.com)
Christian Lenzi - President RWIA (christianlenzi.eticoscienza@gmail.com)



Oggi: Associazione conta su di te

Associazione ETICOSCIENZA ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "sergio costa : STOP A PROGRAMMI TV IN CUI SI PROMUOVONO ATTIVITÀ E INTERAZIONI CON ANIMALI SELVATICI". Unisciti con Associazione ed 893 sostenitori più oggi.