Abolizione totale della caccia

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


La caccia non è uno sport, è un omicidio legalizzato di milioni di esseri viventi innocenti. L'uomo non ha più la necessità di procurarsi il cibo uccidendo gli animali, perciò non è ammissibile che nella nostra epoca, boschi e campagne debbano essere invase da persone armate, spesso anziani che non riescono nemmeno a distinguere una specie cacciabile da una protetta. Per non parlare delle migliaia di vittime umane della caccia, non solo tra i cacciatori, ma anche tra escursionisti, bambini, persone ignare e animali domestici che vengono colpite da proiettili e pallini da caccia! Non siamo in guerra! Gli animali selvatici hanno una vita già difficile, spesso arrivano stremati nel nostro paese in seguito alla migrazione,  spesso faticano a trovare cibo, a far crescere piccoli in zone sicure, a trovare rifugi, a difendersi dai pericoli e dal maltempo...non è giusto che vengano uccisi solo per soddisfare un puro divertimento dell'uomo! Le armi sono un pericolo, noi vogliamo essere liberi e tranquilli di passeggiare in campagna tutto l'anno! Per gli appassionati di armi e di tiro esistono i poligoni dove esercitarsi senza uccidere esseri viventi. La pietà per ogni essere vivente, dal più piccolo al più grande, come diceva Charles Darwin, è la qualità che fa di un uomo un vero uomo. La caccia, per questi motivi, dev'essere abolita totalmente.