PETIZIONE CHIUSA

il futuro dell'ex ospedale psichiatrico di Genova: vogliamo chiarezza

Questa petizione aveva 683 sostenitori


L'ex ospedale psichiatrico di Genova Quarto, alias "Quarto Pianeta", è un bellissimo luogo di memoria e di cultura, dalle enormi potenzialità.

Il CoordinamentoxQuarto, gruppo formato da cittadini ed associazioni, è nato in difesa di questi spazi, e da 5 anni si impegna sia nel dialogo con le istituzioni, sia nel promuovere la conoscenza di questo luogo. 
Sogniamo Quarto Pianeta "come cittadella per la salute, la socialità, il lavoro, per
l’arte e la cultura". Mettete piede nei suoi corridoi, nei suoi giardini, e vi renderete conto da soli.... Oggi le istituzioni sono in stallo, e noi, a gran voce, CHIEDIAMO CHIAREZZA SUL FUTURO DI QUARTO PIANETA, sul futuro del nostro sogno. Aiutaci a far sentire la nostra voce. Segui Quarto Pianeta su Facebook e firma l'appello.

 

 

 

Di seguito i dettagli del nostro appello:

Dopo cinque anni di lavoro e di impegno per l’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto ci troviamo nuovamente in una situazione di stallo che richiede un’azione da parte di tutti coloro che hanno immaginato un futuro diverso per questo luogo. E’ il momento di rivolgere un APPELLO accorato e deciso alle Istituzioni affinchè comprendano che i cittadini non vogliono essere complici dell’opacità e della dissipazione di così tante energie e risorse pubbliche. In questi anni attraverso le numerose iniziative chiamate Quarto Pianeta si è tentato di far conoscere e immaginare questo luogo per quello che potrebbe diventare, attraverso un nuovo utilizzo, pubblico e privato, ricollegandolo alla città anche nella sua dimensione culturale. Il contributo di tanti cittadini: professionisti, artisti, uomini di cultura, politici, sindacalisti, cittadini, e tante Associazioni riunite sotto la sigla del Coordinamento per Quarto è stato quello di affermare il principio di un’amministrazione condivisa del Bene Comune, affinchè l’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto possa rinascere diventando una “cittadella
per la salute, la socialità, il lavoro, per l’arte e la cultura, essere un luogo di ricerca, punto d’incontro e condivisione di realtà differenti che ora più che mai hanno bisogno di lavorare vicine e di avere un luogo per crescere”. Il ritardo di ARTE
nella presentazione del PUO e di conseguenza della sua approvazione è diventato insopportabile. Questo atto è quello che permette al Comune di diventare proprietario di una parte del complesso ottocentesco e di conseguenza di intervenire avviando il processo di integrazione socio-­‐sanitaria con la Casa della Salute di ASL3.
Chiediamo alle Istituzioni di essere trasparenti. Chiediamo di rendere di dominio
pubblico quello che sta succedendo, per evitare di portare su un binario morto un
processo complesso e faticoso, che va avanti ormai da anni, con la conseguente
alienazione di energie e risorse pubbliche. Insieme, cittadini e Istituzioni, possiamo ancora farcela. E’ interesse della buona politica difendere questo percorso di
collaborazione tra la cittadinanza attiva e le Istituzioni. Si dia prova di maturità
politica ed Istituzionale e si diano gambe all’Accordo di Programma affinchè avviare la concreta possibilità di fare entrare Enti Privati capaci di collaborare nella
rigenerazione di questo luogo. 

Il Municipio Levante e il Coordinamento per Quarto danno appuntamento per un'Assemblea, invitando le Istituzioni coinvolte nell’Accordo di Programma e tutte le forze vive della città per un pubblico confronto. Giovedi 23 marzo alle ore 17.00, presso la Sala del Minor Consiglio  -­‐ Palazzo Ducale

CoordinamentoxQuarto



Oggi: Coordinamento conta su di te

Coordinamento xQuarto ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Regione Liguria: il futuro dell'ex ospedale psichiatrico di Genova: vogliamo chiarezza". Unisciti con Coordinamento ed 682 sostenitori più oggi.