EMERGENZA NOMADI: RONCADELLE NON PUÒ PIÙ SOPPORTARE

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


PETIZIONE PUBBLICA DEI CITTADINI DI RONCADELLE

Emergenza nomadi: Roncadelle non può più sopportare

Ormai da mesi Roncadelle sta vivendo una pesante situazione di ordine pubblico a causa di un gruppo di famiglie nomadi che continua a tenere comportamenti fuori dalla legalità. In seguito ai giusti provvedimenti assunti dall'Amministrazione Comunale per il ripristino di alcuni abusi edilizi commessi su un area di loro proprietà, queste famiglie hanno assunto degli atteggiamenti provocatori minando la tranquillità dei Cittadini. Occupazione abusiva di parcheggi, utilizzo improprio di idranti e di luoghi pubblici, atteggiamenti provocatori e di sfida contro i cittadini e i rappresentanti delle istituzioni. Fino ad arrivare al grave episodio di giovedì 13 giugno, in cui un cittadino è stato aggredito fisicamente dai nomadi dopo aver chiesto conto di un loro comportamento molesto.

Ora basta, nessun cittadino può porsi fuori dalla legge e dalle regole della convivenza civile senza conseguenze. I cittadini Roncadellesi, ed in particolare i vicini al terreno di proprietà dei nomadi, hanno sopportato anche troppo. Pertanto chiediamo agli organi competenti un intervento immediato e risolutivo. Gli sforzi compiuti in questi mesi da prefettura e questura non sono sufficienti. Il problema di ordine pubblico va risolto immediatamente prima che la situazione degeneri. Il Sindaco ha assunto una serie di provvedimenti che sono rimasti inattuati, in quanto i nomadi non hanno intenzione di rispettarli. L’attuazione di tali provvedimenti richiede l’intervento della forza pubblica. Il Sindaco si è lamentato della propria solitudine, ma purtroppo non è l’Amministrazione a sentirsi sola ma l’intera cittadinanza. Pertanto chiediamo alla prefettura e alla questura:


1. di far rispettare l’ordinanza sindacale del 19 marzo che ha individuato un’area di stazionamento temporaneo dei nomadi nel tratto di strada inutilizzato cosiddetto “Ramo P”.
2. di collocare in tale area solo i cittadini iscritti all’anagrafe comunale dei senza fissa dimora (una quindicina in tutto);
3. di allontanare i nomadi non iscritti all'anagrafe dal territorio comunale in conseguenza del loro atteggiamento non conforme alle regole di convivenza;
4. di esprimere un parere sulle soluzioni alternative proposte dall'Amministrazione in merito al loro definitivo collocamento.


Chiediamo infine che il Prefetto venga al più presto in visita a Roncadelle per rendersi conto di persona della situazione di preoccupazione dei cittadini. Confidando in una positiva risposta alle nostre richieste ringraziamo dell’ascolto riservatoci.


Vuoi condividere questa petizione?