Salviamo la faggeta secolare del Bosco di Rezzo

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Il 27 marzo, il Comune di Rezzo ha diramato un avviso per la vendita del legname. 

Nonostante l'importanza che esso riveste dal punto di vista ambientale e non solo, è stato concesso il taglio del bosco secolare di Rezzo.

Parliamo di un bosco stupendo, meta di turisti, escursionisti, fungaioli e cacciatori. Un bosco di pregio per la raccolta dei funghi, e dove vivono ancora specie in via di estinzione come il gatto selvatico, il gallo forcello e il lupo. Un bosco che è una delle bellezze naturalistiche dell’entroterra ligure.

Con tutti i vincoli ambientali e paesaggistici del giorno d'oggi, ci chiediamo come sia  possibile autorizzare un taglio del genere. Ci appelliamo alla politica: fermate questo scempio! Con i piani di sviluppo rurale e i bandi europei si possono guadagnare soldi per pulire i boschi, salvaguardali e attrezzarli. Non si può tagliare faggi secolari che neppure i figli dei nostri figli potranno rivedere nello splendore attuale. 

Stanno distruggendo uno dei boschi più belli della Liguria! Come è possibile che nel 2018 si possa permettere di tagliare un polmone naturale di pregio naturalistico ambientale? Il bosco di Rezzo è da salvaguardare, si trova alle porte del Parco delle Alpi Liguri ed in parte in aree SIC, Sito di Interesse Comunitario.



Oggi: Melania conta su di te

Melania D'Alessandro ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Politica regionale e provinciale: Salviamo la faggeta secolare del Bosco di Rezzo". Unisciti con Melania ed 564 sostenitori più oggi.