Via obiezione di coscienza dal pubblico!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Sempre più alto è il numero di medici ginecologi obiettori di coscienza che rifiutano cure a donne che decidono di interrompere una gravidanza o anche solo che rifiutano prescrizioni di farmaci quali pillola del giorno dopo a minori. Si è creata nel nostro Paese una situazione insostenibile, nelle strutture pubbliche dovrebbe esserci una percentuale garantita di personale medico e paramedico non obiettore per garantire ivg ed altro alle donne che accedono mentre in moltissime regioni ciò non accade, ci si deve spostare di molti km oppure ricorrere alla macchina della clandestinità, fomentata proprio, soventemente, da questi individui che in ospedale non praticano aborti ma privatamente, a caro prezzo, si. 



Oggi: IRENE conta su di te

IRENE CONTE ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ordine dei Medici: Via obiezione di coscienza dal pubblico!". Unisciti con IRENE ed 112 sostenitori più oggi.