No all'eliminazione del contante

No all'eliminazione del contante

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Maila Ermini ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Con le ultime manovre economiche si tende a eliminare il contante. E questo con la scusa di far emergere il "nero". Ma con l'eliminazione del contante e l'obbligo o il forte incentivo a usare le carte, si aiuta in realtà solo le banche e il sistema finanziario. Infatti non sono azzerate le commissioni, non sono dati in uso gratuito i pos! Invece, per far combattere l'evasione fiscale basterebbe poter scaricare ogni spesa, dal conto dell'idraulico o la cena al ristorante; o anche il biglietto del cinema.

Insomma, la formula, già avanzata da alcune associazioni, è poter scaricare tutto tutti e non introdurre la carta forzosamente, attraverso alcuni presunti vantaggi di sgravio fiscale.

E infine, eliminare il contante, almeno al momento, significa mettere in difficoltà molti cittadini anziani e lavoratori che si troveranno in difficoltà senza; penso alle persone che vanno al mercato a far la spesa, ai pescatori che vi vendono il pesce, tanto per fare un esempio. Insomma il risultato è che si complica la vita della gente e si tende a formare una economia parallela e nascosta ancor di più di quella attuale, che non porta benessere al paese né fa emergere il nero. Almeno nel breve periodo. Ci vorranno alcune generazioni prima di poter realizzare il piano del danaro elettronico che avete in mente. Nel frattempo, cari economisti e politici, quello che in sostanza realizzerete eliminando il contante sarà un maggiore divario fra poveri e ricchi, fra chi può e non può.

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!